Il Monocromo Italiano

La storia Artistica del giovane Alessandro Alteo, nasce da un desiderio di esprimere se stesso senza limitazione alcuna, senza regole imposte, senza vincoli di pensiero o di stile che possano inibire il libero fluire delle emozioni.

l’artista percorre con assoluta coerenza il sentiero dell’informale abbandonandosi alla voce della propria coscienza.

Sperimentalismo, potrebbe sembrare, ma non è così, o non solo così, infatti dal punto di vista compositivo, le Opere di Alteo sono molto equilibrate, con un gioco continuo di ombre che rompono la normale logica delle opere ufficiali.

La materia è presente prepotentemente nel suo essere semplice ed innovativo, il bello di un colore assoluto che sfida le ragioni di un cromatismo tradizionale, che raggela ogni velleità virtuosistica, ed azzera le ricerche seppur audaci di illustri maestri del colore.

Un assolo, con l’equilibrio e la purezza del monocromo dove l'assenza indica presenza e sa provocare nello spettatore una silenziosa inquieta energia.

Riappropriarsi della dimensione concreta del fare arte sembra un cammino difficile dopo gli anni furenti ed esplosivi dell’Action Painting. Dove la bidimensionalità del supporto, la concretezza del mezzo pittorico, il gesto minimo del fare arte diedero vita a nomi illustri come Enrico Castellani, Ettore Colla, Jannis Kounellis, Paolo scheggi, Piero Manzoni, Pier Paolo Calzolari, Dadamaino, solo per citarne alcuni,
ma quello che altri cercano con la facoltà della ragione, o con il logico percorso dell’esperienza, Alteo lo trova nell’oblio di sé stesso, dove il disordine diviene ordine, dove il colore e la materia, sui quali l'artista esercita un controllo estremo prendono forma, Vita, Colore..

Ne risulta così un'arte innovativa e profonda, che cattura lo sguardo e conduce in profondità.

Di Silvia Torelli

  • Pubblicata mercoledì 10 agosto 2016

  • Da Alessandro Alteo

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Alessandro Alteo) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatamercoledì 10 agosto 2016