Performance art mirror's selfie (arte in digitale) omaggio a MONDRIAN

2015

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA100695
  • Codice personale:omaggio a MONDRIAN
  • Stile:-1
Descrizione

arte in digitale
Performance art mirror's selfie (arte in digitale)
omaggio a MONDRIAN
Nel realizzare la mia prima opera in digitale, ho usato la mia persona come soggetto. Un tempo venivano chiamati autoritratti. Per quest’opera ho voluto omaggiare un grande artista come Piet Mondrian, famosissimo per i suoi quadri geometrici, le sue linee e i suoi quadrati con i colori ridotti all’essenziale. Infatti lui usa i tre colori primari (rosso, giallo e blu). All’apparenza banalizzati, i quadri di Piet Mondrian documentano una complessità che smentisce la loro visibile semplicità. Ma non voglio addentrarmi sul pensiero del grande artista. In quanto lungo e complesso. Vorrei invece soffermarmi sulla mia opera in digitale. Le linee geometriche diventano curve poiché vestono il corpo. I colori e le forme del grande artista hanno vestito già le donne nel lontano 1965. La moda torna ad attingere direttamente all'arte con la 'collezione Mondrian' Di Yves Saint Laurent, ispirata appunto ai quadri del grande artista. Del resto la linea semplice e a busta dell'abito fornisce un rettangolo di stoffa che può essere colorato come una tela d'artista. Oggi, ritornata di moda nelle passerelle anche nei costumi da bagno. Quindi il mio risultato esprime un opera un po’ retrò o vintage se vogliamo utilizzare questo termine? Anche i colori dell’intera opera sono saturi e ricordano le vecchie pellicole delle affezionatissime polaroid. Macchine fotografiche nate nel 1937, a Cambridge, Massachusetts, negli Stati Uniti. Ma allora viene da chiedersi cosa c’è di contemporaneo? Solo la tecnica del digitale? Sicuramente no, poiché il digitale è nato nel 1950. Grazie alla sperimentazione di Ben Laposky statunitenze e Manfred Frank tedesco. Si tratta di due matematici e programmatori, non artisti, ma con delle percettibilità artistiche che vanno però verso la grafica. In realtà il contemporaneo è dato dal mirror's selfie. Cioè l’atto di fotografarsi con l’utilizzo dell’autoscatto difronte allo specchio. Divenuta ormai una moda quella dei selfie in bagno, in camera da letto o dove c’è uno specchio. L'autoscatto è diventato creativo. Il termine derivato dalla lingua inglese, è una forma di autoritratto fotografico. Tecnica realizzata principalmente attraverso una fotocamera digitale compatta, che può essere benissimo, uno smartphone, un tablet o una webcam puntati verso sé stessi o verso uno specchio. La funzione tipica è la condivisione dell'immagine sui social network. Quindi sotto quest’aspetto un’opera originale? Mi auguro di si!

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Antonella Tamiano) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA100695
  • Tipo:Arte digitale
  • Creata nel:luglio 2015
  • Archiviata il:mercoledì 19 agosto 2015