DEBOLEZZA DEL TEMPO

DEBOLEZZA DEL TEMPO


Opponenti.

Imponenti.

Vanno i sogni,
a due a due.

Sulla neve.

Con due linee
di febbre.

Vuoi chiamare
il dottore.

O Regina

Di fior.

Che sparì

Nottetempo.

Con due linee
di febbre.

C’è qualcosa.

Che in te
non persuade.

Quel vagito d’amore
Soffocato nel cuore

Che non trova
la strada.

Per potersi
esternare.

C’è un vagito
di te.

Di com’eri
nel sogno

E non sei
nel reale.

C’è un vagito
d’orgoglio.

Che t’ottunde
la mente.

Che non sa
perdonare.

C’è qualcosa,
di te.

Come un pugno
sul mento.

Devo dirti
una cosa.

Regina.

Ho da dirla
al tuo cuore.

Se c’è un Dio
fuori porta.

E una luce
sul mare.

Sono io,
che t’aspetto.

Son
quel piccolo barco.

Messo in salvo.

Per scelta.

Da millenni
d’onore.

Se c’è un Dio:
ti dicevo.

Con quel Dio
giocheremo !

A sospingere
il tempo

Con le mani
di vento.

E una rosa
nel cuore.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA83055
  • Tecnica:DEBOLEZZA DEL TEMPO Opponenti. Imponenti
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Arcangelo Delfino) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA83055
  • Tipo:Poesia
  • Archiviata il:mercoled� 15 gennaio 2014