Notturno metropolitano

2008

Non è il vaso di Pandora
quello
che i cani di periferia
annusano
sui marciapiedi insonni
della stazione centrale.
Non sono favole moderne
le bugie
della volpe rossa
che a fior d’acqua
cattura pesci argentati
nelle bocche
senza radici.

Così cantava
la sirena di città,
quando sedeva in un angolo di cielo
a pettinare
la voce stellata
delle sere d’Autunno, le sere
vedove della libertà romantica
promessa
guancia a guancia.

Il suo Amore
grondava in ogni dove,
grondava
per la malinconia
delle lampade spente
nelle vetrine dei bar,
grondava
contro pelle di tamburi
e spilli di accompagnatrici
in desolate stanze d’albergo,
grondava
sotto rossa lana
di verginità
addormentata
durante una corsa veloce
in taxi.
Il suo Amore innocente,
diamante
incastonato alla vita,
affondava
le mani nella neve,
fino a graffiare
l’asfalto bruciato
dell’abbandono,
finché
una rosa
non le sbocciasse
da un fianco,
rosa del sempre,
sirena che perdona.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA20378
  • Tecnica:Non è il vaso di Pandora quello che i cani di p
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Armando Caruso) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA20378
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:2008
  • Archiviata il:lunedì 08 giugno 2009