Musa

2009

Per sfamar bocca d’amore
Musa del poeta notturno
Nei canti dei rovi sommersi invoco
Musa il tuo nome :
O tu esilio di pallidi narcisi
Vivo abbandono dei sognatori
Rinnega l’ingannevole ambizione
Da tregua all’umile devozione :
A quali versi gli indocili arti
Mi invitano che ragione
Misura gli affanni?
Torna l’Autunno : coi rami avvizziti
Tornano le trame di un cieco timore
________
Per sfamar bocca d’amore
Solo le unghie, lame d’acciaio,
Confesseranno parola,
Tutt’altro che evasioni e castighi,
Segni mieteranno sul muro d’Abramo,
Saranno passi nocchieri d’Eternità.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA23467
  • Tecnica: Per sfamar bocca d’amore Musa del poeta notturno
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Armando Caruso) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA23467
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:2009
  • Archiviata il:sabato 19 settembre 2009