Il gitano dell'Operà

2010

Primo quarto di luna :
La città è un uliveto
Pigolante di richiami –

Gitano,
Cuore di cannella,
Così schivo,
Altero,
Qual’agonia d’amare lontananze
Trascini in quelle valigie Nostalgia?

Vento dal Sud :
Fatue arpie
Van del teatro affollando le macerie –

E tu, Gitano,
Principe plebeo,
Con quale mordace ironia, stanotte,
Incarnerai la tua parte dinnanzi alle Statue
Dell’Utopia Umana?

Marea trepidante :
Le navi appen ancorate,
Vecchi marinai raccolgono
vele lacerate-

Ancora una volta,
Finito lo spettacolo,
Come un serafino ti raccogli
Contro la spalletta della banchina,
Lì, dove alcun trucco,
Alcuna sillabata lacrima
Il tuo viso stinge. Più puro
I languori dalle aride risonanze scalzi

E resta solo il peso d’essere
A tutti straniero.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA50776
  • Tecnica:Primo quarto di luna : La città è un uliveto Pi
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Armando Caruso) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA50776
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:2010
  • Archiviata il:luned� 28 marzo 2011