Cala l’imbrunire


Cala l’imbrunire

Cala mesto il turchese imbrunire cara.
Ma non sei qui con me…

Odoro la leggiadra tua presenza persistente
Che nell’etere si propaga, mi giro intorno.
Ma non sei qui con me…

Sfioro le gracile mani dalle lunghe
Vermiglie unghie, abili per sanare le atrocità
Ostili all’esistenza, poi provo a stringerle alle mie.
Ma non sei qui con me…

La luna mi scruta assiduamente e rivedo in lei
La tua indole lunatica, capricciosa e astiosa,
Pura forma di auto protezionismo da agenti
Patogeni esterni, non son il virus, ma la cura
Eppur non sei qui con me…

Questa notte siderale son accecato da tal bagliore,
Pallido volto, sommo sovrano della genuinità,
Distendo gli affaticati occhi e li avvolgo in amore.
Ti accolgo cadente stella tra mie infinite braccia
Più infinite con te in dono, invece nuovamente fuggi via
E non sei qui con me…

Il vecchio vulcano sonnecchia nella calda baia,
Mentre io ascolto “donna solitaria” in compagnia
di un vampiro monello che danza e volteggia.
Tutto rievoca te, ma la mia anima non si accontenta
Del ricordo e sfida il fato, con ostinazione ti punta
Al cuore la più temuta arma, una Poesia d’Amore.
Senza livore non sei qui con me…
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA95520
  • Tecnica: Cala l’imbrunire Cala mesto il turchese imbru
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Biagio Cardella) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA95520
  • Tipo:Poesia
  • Archiviata il:mercoled� 11 marzo 2015