Autoritratto

olio, compensato, 2002

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA83556
  • Misure:40 cm x 75 cm
  • Tecnica:olio
  • Stile:Personale
  • Supporto:compensato
Informazioni sulla vendita
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Descrizione

Bella la doppia campitura verde e rosa, il ritratto da giovane come capellone e quello da uomo maturo.
E. Segré

La figura che domina mi sembra quella in rosa: l'uomo ricurvo e sospeso tra il sogno dell'ascesi o della ierofania... e l'annientamento - in basso è prepotente il richiamo svelto e accattivante nella forma della ferinità avida e inquieta che emerge intatta da ciò che ha divorato.
Antonia

Anch'io vi ho letto l'autore indeciso (o sospeso) nella dualità tra la concretezza (il cane) e il sogno, la fiaba, la fantasia, interpretando l'immagine in alto come un elfo o altra figura magica
Maria Teresa

"Il cane", se cane è, non rappresenta la concretezza, che è una parola che porta positività, ma l'ingordigia avida - l'avidità: la leggo nella forma delle orecchie attente e nel muso
Non è indecisione dell'autore quella che tu leggi ma semmai anelito verso la sacralità.
Antonia

Mi sembra che gli appartenga di più un conflitto tra propensione all'aspetto ludico e realtà dell'esistenza.
Maria Teresa


Non è detto che lui debba sentirsi parte in causa:
forse osserva e accusa l'avidità altrui.
Antonia

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Paolo Bottai) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA83556
  • Tipo:Pittura
  • Creata nel:2002
  • Archiviata il:gioved� 30 gennaio 2014