Una poesia ed un fiore

Ambisce la mente
a mutare il presente
condurre l’assente
sul seggio di sempre.

Cordoglio dei tanti
del peccato son santi
affranti e dimentichi
(accade poi a molti…)

Virgulta il sorriso
perenne mio paradiso
tra idea e sogno
incompreso ricordo.

Soffocante di getto
sul letto irrespiro
mi sveglio mi torco
violento mi dolgo,

mi getto e rigetto
il pensiero impossibile
Rigetto il reale
la pena volgare,

confondo mi cullo
mi avvolgo nel buio
mi tengo mi stringo
eterea mi fingo,

son sorda alle accuse
ignoro difese
ti recito appeso
pei piedi , vilpeso

ti affetto
per ogni difetto
perpetuo ti tengo
immoto dal seggio

ti inseguo alla lotta
ti porto di bocca
da te mi difendo
per questo ti offendo.







Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA47475
  • Tecnica:Ambisce la mente a mutare il presente condurre l
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Carlotta Lezzi) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA47475
  • Tipo:Poesia
  • Archiviata il:sabato 22 gennaio 2011