COPERTINA CATALOGO MOSTRA

In occasione di una mia mostra personale organizzata a Reggo Emilia, la critica d'Arte Francesca Baboni ha scritto una recensione scrivendo: Sarebbe ridutrovo definire un artista completo e abilissimo tecnicamente quale Domenico Esposito come seguace di quella "Neo-figurazione" o "post- figurazione" caratteristica della nuova scena italiana dal 2000 a questa parte, che si pone, pur mantenendosi legata al recupero dei canoni tradizionali della ritrattistica secondo le direttive del nuovo realismo oggettivo di Alex Katz, le sue figure femminili non sono come le "mannequin" senz'anima di Debora Hirsch, femmine algida e aliene dal reale, ne come le asettiche riproduzioni seriali della non-generazione assente di Alberto Castelli, non sono mai semplicemente espressioni puramente estetizzanti, ma rivelano una cifra del tutto originale, una nuova sensibilità della figura e una carnalita' sensuale, approda ad universalismo del sentimento estranea agli altri. L' Artista focalizza l'attenzione sullo sguardo vivo per arrivare all'anima, un intimo universo che crea un rapporto intimo e dialettico, un'empatia con lo spettatore che si rivela a poco a poco, stati l'animo complessi ed emozioni sospese; sguardi profondi intrisi di verità con un personale linguaggio e sembrano andare oltre.

di Francesca Baboni
Critico d'Arte
2004

  • Pubblicazione:Il Resto de Carlino
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Domenico Esposito) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio