Il Mondo Malato (testo)

2016

La ragazzina all’angolo
Vestita da sgualdrina e faccia d’angelo
Sorriso artificiale
Barcolla, ride e dopo cade
La tossica sul marciapiede
La guardano e ridono mentre passa
per le strade vende se stessa
e sa di essere già persa
Non sa (più) quel che fa
Non ha più dignità
Io non so più che cos’è
il bene e cos’è il male
Appeso a testa in giù,
mi fermo un po’ a guardare
Il mondo gira storto
Sono come imprigionato,
come incatenato
In questo mondo corrotto
In questo mondo malato.
È un mondo perverso
È un mondo malato
Sogno un mondo diverso
un mondo guarito
È un mondo perverso
È un mondo inquinato
voglio un mondo diverso
Un mondo pulito
(Un mondo pulito)
Dei ragazzini agli angoli
Occhi d’assassini e volti candidi
Già pronti per sparare
Coltelli e lame più affilate…
Si guardano e si uccidono
Per il motivo più banale
Anche se non so che fare
Io non potrò restare
Per sempre qui a guardare
Finché non torna il sole
Adesso è tempo di cambiare,
tempo di lottare
Ma una vecchia canta ancora
Le sue canzoni d’amore
Ricordi ormai lontani
Tra gioia e dolore
E una vecchia canta ancora
Le sue canzoni d’amore
Ed io sogno ancora…
Un mondo guarito,
Un mondo pulito.
È un mondo perverso
È un mondo malato
Sogno un mondo diverso
un mondo guarito
È un mondo perverso
È un mondo inquinato
voglio un mondo diverso
Un mondo pulito
E la mia chitarra, un rock
Suona senza fare stop
Non voglio più soltanto giudicare
Adesso è tempo di cambiare,
Tempo di lottare
Finché non torna il sole
E sogno ancora…
Un mondo guarito,
Un mondo pulito”
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA115542
  • Tecnica:La ragazzina all’angolo Vestita da sgualdrina e f
Descrizione

Canzone contenuta nel romanzo "Mad World - Il Mondo Malato"( Eretica Edizioni) , scritta insieme a Ivan Romano, ed eseguita dallo stesso.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Domenico J. Esposito ) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA115542
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:2016
  • Archiviata il:sabato 14 gennaio 2017