Quisquis Homo

scultura, Marmo di Carrara, 1999

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA43491
  • Misure:29 cm x 51 cm x 21 cm
  • Tecnica:scultura
  • Stile:Trash
  • Supporto:Marmo di Carrara
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Descrizione

Un avanzo di marmo destinato ai rifiuti, una pietra da buttare, inutile, insomma di scarto e - occorre dirlo - pure avanzo di tomba. Un reperto così ha già in sé soggetto e titolo. Che cosa se non un volto di Cristo può esservi celato? E perché non il "Cristo" che ognuno, se non altro per aver sopportato tanti affanni, per molti aspetti è. In un certo senso la "pietra che i costruttori hanno scartato" sono io, sei tu, il passante o chi, in uno o più frangenti della vita, s'è trovato letteralmente scartato, messo da parte, umiliato. Dell'uomo offeso il 'Cristus patiens' ne è l'immagine specchiata, chi ha subito oltraggio sa bene il dolore, conosce il tormento cocente della propria dignità brutalmente ferita, schernita. E' difficile immaginare i patimenti della croce e con più facilità ci si ritrova riconfortati - e finalmente placati dentro! - dinanzi alla santa pazienza di chi, a capo chino, accettò la corona di spine messagli per ridicolo sulla testa. E questo ho scolpito. L'opera è modesta e di poco valore, anche per la scarsa qualità del marmo e per via delle dimensioni, però, a differenza di tante altre, ha la singolarità di significare, come dice il titolo, appunto ognuno, "Chiunque"; (soprattutto perché sul mento non c'è la caratteristica barbetta bicorne descritta da un funzionario romano e poi sempre così effigiata sul volto di Cristo).

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Giuseppe Teobaldelli) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA43491
  • Tipo:Scultura / Installazione
  • Creata nel:settembre 1999
  • Archiviata il:venerd� 05 novembre 2010