umili motivi

LUG 05

Quando? Terminato giovedì 05 luglio 2018

Dove? viale giovanni da verrazzano, carrara, (carrara)

,

Motivi semplici
Un po' di tempo fa ho avuto il piacere e la fortuna di conoscere un grande artista, un eccellente pittore: Lino Palagi. Questa persona ha fatto la mia stessa scuola, prima ancora che io nascessi e la cosa più buffa che ha fatto il mio lavoro quando ancora le Guardie andavano in bicicletta! Una persona speciale, un artista che ha percorso tutte le tappe che un pittore dovrebbe fare. Ha iniziato con l'accademismo per poi liberarsi ed esprimersi senza vincoli e senza influenze esterne dettate da esigenze di mercato. Quando vado a trovarlo nel suo studio, rimango letteralmente rapito dalle sue storie e dalle sue tele. La passione di Lino ti avvolge, ti conquista. Centinaia di colori, pennelli, spatoline, barattolini di vario genere, fanno da sfondo ai suoi racconti e il profumo di acrilico misto a olio, confonde i sensi. Io credo che ogni appassionato di pittura dovrebbe visitare una vera "stanza di un pittore". Durante una delle mie ultime visite ho avuto modo di osservare ed apprezzare la sua nuova tendenza, i suoi ultimi capolavori, che lui stesso definisce "motivi semplici". In poche parole la sua attenzione adesso è concentrata sull'invisibile, su tutto ciò che ci circonda ma non ci appare. La sua "missione" è portare alla luce la bellezza del nascosto, del trascurato, dell'ignorato.Il mondo è composto anche da questo. L'amore, la bellezza è in tutto ciò che ci circonda, soprattutto in quelle cose o persone che non vediamo, ma non per questo meno importanti. Ad esempio, un piccolissimo punto di ruggine può affondare una nave, una microfrattura in una diga può provocare un' alluvione , una telefonata, all'apparenza ingenua, può incrinare un solido rapporto di coppia. Ho trovato, nel pensiero di Lino, il mio pensiero. Ogni notte che esco di pattuglia, osservo il mondo che mi circonda, punto la mia torcia dove nessuno di solito guarda, punto i miei pensieri dove di solito il cuore non dovrebbe andare. Ascolto, ascolto in silenzio i suoni che la notte offre alle persone che come me, esplorano la loro anima. Le cose grandi non m'interessano, la mia attenzione è rivolta al particolare, al piccolo, all'insignificante dettaglio che potrebbe rivelarsi una cosa importante e spesso rischiosa. Un fiore calpestato, un cancello socchiuso, una persiana aperta in pieno inverno o viceversa, chiusa in piena estate. Oppure un ramo spezzato davanti all'uscio di una porta. Tante piccole cose, all'apparenza insignificanti, possono nascondere enormi problemi o infinite emozioni. Cammino, cammino tutta la notte e non penso ad altro; osservo, ascolto, cerco di penetrare nell'oscurità senza dare fastidio, senza svegliare l'incognita, l'imprevisto. Il motivo del mio vivere è un "motivo semplice".
.....da un racconto di Paolo Ramagini

  • Pubblicata giovedì 05 luglio 2018

  • Da Palagi

  • Indirizzo suggerito lino palagi

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Palagi) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatagiovedì 05 luglio 2018