A MIO FIGLIO CHE NON HO

Vedo mio figlio passare.
E' un sogno
Un progetto un po' strano.
Vedo acque lisciarsi
Roteare su se stesse
In splendidi vuoti.
Ore ed ore passate a pensare
A sfogliare.
Anni a sperare.
Gessi, lettere, vuoti di memoria
Che inneggiano rami.
Cosa fare ora che frusto i miei panni?
Il colore dei campi non c'Ŕ
E non c'Ŕ il pennello
Il giallo secchiello che sorride alle larve.



--------------------------------------------------------------------------------
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA61132
  • Tecnica:Vedo mio figlio passare. E' un sogno Un progetto
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Luciano Nota) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA61132
  • Tipo:Poesia
  • Archiviata il:domenica 12 febbraio 2012