La

Gatti emblemi intriganti di musica e sogni, affascinanti malie evocatrici di sinuose flessioni, di fusa eleganti. Gatti lirici, poetiche liberazioni, libagioni armoniche. Gatti avventura delle nautiche esplorazioni di Odisseo, ammaliatori come le Sirene fari d'arte e di luna.

Marina Novelli sa giocare con i suoi gatti, creature elfiche, muse ispiratrici del suo essere donna e pittrice. Forse anche lei e' un po' "gatta", nel proprio femminile profondo, misterioso come l' universo di una donna.

Una fascinazione che va oltre gli archetipi di Novella Parigini, una innata "gattita'" proiettata in esuberanza di musiche rossiniane. Naturali innamoramenti tra fiori e farfalle per pentagrammi d'anima e voli senza dimensioni.

di Sandra Lucarelli
Critico d'Arte - Pisa
2006

Opera di riferimento

  • Pubblicazione:Arte & Arte
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Marina Novelli) Commento pubblico o privato