ALLA MIA CITTÀ


Tra le tortuose, strette e antiche strade, sussurro in silenzio il mio richiamo. Domando al vecchio seduto e attento. Dov'è il cuore della mia Catanzaro?
È lì, risponde. La torre in alto, le nubi al vento, son questi i segni del suo cammino. Antiche genti vissero in collina, tra i dinipi, i rovi, le fiumare, difesero col cuore le contrade.
Il vento soffia, e sembra ricordare che qui non si è nati per dormire ma solo e soprattutto per lottare. L'indifferenza nasce dal destino, che ha fatto viver sempre in sospiro, con la caparbieta e il cuore in mano. Quando la terra trema, sembra ricordare che i sogni non si possono aspettare, bisogna sempre vivere e lottare.
Ma Catanzaro antica era vera! La sua grande forza era nel cuore. Oggi si sta spegnendo al suo destino, fatto d'indifferenza e di sospiri. Catanzaresi, non dormite!
La vita si conquista con l'amore. I sogni del passato sono veri, bisogna far sapere al mondo intero che qui si vive solo per lottare.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA52431
  • Tecnica: Tra le tortuose, strette e antiche strade, sussu
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Mastria Giuseppe) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA52431
  • Tipo:Poesia
  • Archiviata il:luned� 09 maggio 2011