FIUME DI FANGO

Da piccolo incredulo osservavo la pioggia battente cadere dal cielo.
Un fiume di fango e di pietre impetuoso bagnava le strade.
Faceva pensare alla forza del mare.

Il sole nascosto sembrava aspettare che tutto finisse, mentre il vento impetuoso soffiava.
Allegro speravo che ancora durasse.

Era bello vedere e sentire il rumore dell'acqua scrosciante. Felice gridavo, chiamavo, affinché tutti guardassero quel fiume di fango, che ancora più grande scorreva.

I lampi di fuoco e il fragore dei tuoni improvvisi, svegliavano in me il pensiero di un volto sofferente. In quel fiume di fango qualcuno doveva lottare e sudare!

A sera tornava.
Io osservavo i vestiti bagnati di pioggia e sudore
e capivo che forse era meglio sognare col sole.

Guardando oggi la pioggia battente, il passato ritorna alla mente. Le sue mani rugose mi hanno fatto capire
che il mondo si conquista lottando

e non c'è fiume di fango che impedisca l'amore
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA52433
  • Tecnica:Da piccolo incredulo osservavo la pioggia battente
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Mastria Giuseppe) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA52433
  • Tipo:Poesia
  • Archiviata il:luned� 09 maggio 2011