LA MONTAGNA CHE DOBBIAMO SCALARE

Narrativa

Nel libro “La montagna che dobbiamo scalare” di Francesco Tufaro, intraprendente e affermato manager nonché scrittore, si coglie sempre un commovente senso di partecipazione nei confronti dei personaggi che escono dalla penna, o meglio dalla tastiera dello scrittore. Tutto ciò dà una luce particolare ai suoi racconti, mentre la descrizione dei protagonisti e delle loro disavventure coinvolge e fa riflettere. Gli elementi emozionali contenuti in una storia, in un racconto, se ben strutturati, sono molto efficaci nel catturare l’attenzione di chi legge. Si colgono nei personaggi le umane contraddizioni e lo sforzo quasi disumano nella lotta per la sopravvivenza, mentre le parole esprimono sempre valori di solidarietà e fiducia nelle capacità che l'essere umano può esprimere, anche quando non ha grande consapevolezza di se stesso. Vincere le sfide che la vita pone ad ognuno è il compito che ogni personaggio, emerso dalla fantasia dall’autore, uomo o donna che sia, affronta senza arrendersi. Da notare l’affermazione "La felicità non dipende da quello che ci manca, ma dal buon uso che facciamo di ciò che abbiamo". A volte anche qualche semplice particolare che fa parte dello sfondo, della scenografia immaginata da chi scrive, assurge a simbolo della storia narrata. Per esempio anche una panchina può diventare il luogo dello sconforto, ma anche della calma, della riflessione, della presa di coscienza, e infine della decisione. È intorno ad una panchina che si muove la scena quasi dall'inizio alla fine del racconto. Ed è la magia di una presenza misteriosa e inaspettata che, su quella panchina dove tutto può accadere, sa guidare il protagonista verso la svolta definitiva che lo conduce alla piena consapevolezza di se stesso..... Trovo veramente interessanti le figure femminili descritte in questo libro, creature immaginate ma rese concrete. In qualunque luogo e in qualsiasi epoca sia ambientata la loro storia, sono forti, coraggiose, volitive, romantiche, combattive, insomma moderne e capaci di affrontare i pregiudizi senza arrendersi. Anche quando il destino a cui sono costrette ad andare incontro è segnato, la loro figura si staglia con nettezza sullo sfondo reso cupo dalle avversità, come eroine a cui la fine ingiusta regala un alone di grandezza. Nell'ultimo racconto è descritta con grande dovizia di particolari una figura femminile molto tormentata. Dopo un travaglio interiore profondo, solo un percorso introspettivo doloroso e pieno di sorprese porterà questa donna ad intraprendere un viaggio attraverso il tunnel delle proprie paure e nei segreti meandri dei ricordi più lontani verso la luce della salvezza. L'essere umano è un mistero che nessuno ha mai completamente svelato e forse ci sono percorsi che devono essere esplorati prima di capire chi siamo veramente. E l'idea che nella polvere, in cui ciascuno di noi prima o poi dovrà trasformarsi, ci sia "un granello di materiale indefinibile" fonte di nuova vita che nemmeno il vento potrebbe disperdere, può sembrare un'invenzione poetica, ma è ugualmente un'idea affascinante, anche se indimostrabile. Probabilmente lo scrittore, pur esplicitando tra le righe alcune sue forti convinzioni, non vuole dimostrare nulla, vuole solo raccontare e raccontarsi immedesimandosi nei personaggi più svariati anche femminili perché dentro ciascuno di noi il maschile e il femminile coesistono, ma solo una sensibilità profonda è capace di cogliere e valorizzare questo aspetto dell'essere umano. In questo libro si evince anche che cercare di conservare nella tempesta della vita la purezza dei sogni di un bambino può regalare al nostro vivere almeno una pennellata intrisa dei colori di cui solo le fiabe si possono circondare. Insomma tutto questo ci può permettere di conservare quel tocco di magia, quella scintilla che può darci la forza di sfidare il destino..! Credo che sia un libro che valga veramente la pena di leggere. ( COMMENTO CRITICO DI MOIRYM ) Il libro è ordinabile on line presso il sito della casa editrice Phasar Edizioni e nei siti di Amazon, Feltrinelli, Mondadori, IBS libri, in libreria presso i punti vendita Feltrinelli.

  • Titolo del libro:LA MONTAGNA CHE DOBBIAMO SCALARE
  • Categoria:Narrativa
  • Autore:FRANCESCO TUFARO
  • Editore:PHASAR EDIZIONI, FIRENZE
  • Anno di pubblicazione:2021
  • ISBN:978-88-6358-696-1
  • Sito web:http://www.phasar.net/catalogo/ricerca
  • Prezzo:€ 12,00

Il libro è disponibile!

Vai al sito dedicato per ottenere maggiori informazioni e acquistare una copia del libro.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Moirym) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio