Biografia Artistica

BIOGRAFIA ARTISTICA: Norberto Tedesco.

Norberto Tedesco, nasce Davos Platz (Svizzera), il 10 gennaio 1966 dove resta fino ai sei anni, da sempre residente a Giffoni Valle Piana SA, la città che si è fatta conoscere nel mondo per il Giffoni Film Festival, la manifestazione creata nel 1971 da Claudio Gubitosi. Dopo aver conseguito la maturità artistica, ha frequentato il corso di scenografia all’Accademia delle Belle Arti di Roma. Pittore, che predilige il figurativo, nel tempo ha provato stili e tecniche diverse, per la pittura preferisce usare olio, gessetti e carboncini virando a volte verso l’uso dell’acrilico. Norberto ama lavorare su grosse superfici e in particolare su multistrato, usa gli oli su legno, i carboncini e i gessetti su carta scenografica o cartone.
NT , progetta e lavora sculture in argilla, da formare successivamente in gesso, bronzo o resina. A ciò aggiunge la fotografia e la progettazione grafica al computer con la creazione e la successiva stampa da cui elabora collage, de collage, manifesti di meditazione e calendari. L’arte è una forma, un modo di vivere in tutte le sue forme, e nel tempo l’artista giffonese ha esplorato pure le immagini video, realizzando montaggi per rappresentazioni teatrali e musicali.
Ha ideato, creato e fondato l’Associazione“artistica pro infanzia Angelo Azzurro”, e la onlus in questi anni è stata capace di mettere in campo tante attività artistiche benefiche di grande rilievo nella provincia di Salerno.
Un artista viene messo sotto i riflettori con le mostre, e il maestro giffonese ne ha tenute tantissime dal 1982 ad oggi; esposizioni sempre di successo, capace di catalizzare pubblico e presenza di appassionati d’arte di ogni genere. La prima mostra personale è stata fatta proprio a Giffoni, è qui che la vena artistica di Norberto è uscita facendosi conoscere alla gente che incontra tutti i giorni. E’ subito un successo, è arriva di corsa un’altra esposizione (30/07 - 30/08 1989) nella prestigiosa location del Club il Mulino. Qualche anno di stop e di aggiornamento, e un’altra personale, Immagini, sempre a Giffoni Valle Piana (06/07 - 10/08 1992). Poi arrivano le partecipazioni alle edizioni di Arte al Borgo, organizzate nell’ambito del Giffoni Film Festival, sono tre anni intensi il ’92, ’93 e ’94. La carriera continua con la partecipazione alla prima e seconda Collettiva Artisti Giffonesi (’92 e ’93), successivamente arrivano le lodi alle prime due edizioni de la Mostra Nazionale di Pittura Contemporanea Premio Città di Avellino (’95 e ’96). L’arte di Norberto Tedesco varca i confini della Campania, e questo accade con la partecipazione al Forum Artist Museum, Montese Modena “Le Nouveau Salon des Refusés “ giugno 96. Il richiamo di Giffoni è sempre molto forte, e si materializza con La via delle immagini collettiva d’arte a scopo benefico, pro Unicef (dicembre ’99), nella sua città il maestro Tedesco partecipa a: Prima edizione Arte sulla Passione, Vetrina d’autore Percorso d’arte collettiva allestito nelle attività commerciali. Norberto Tedesco è molto avvezzo alla sperimentazione, e partecipa a Le immagini del suono mostra musicata d’arti figurative, (con un’opera in riferimento al brano Un oceano di silenzio di Battiato, e questa esperienza a Bellizzi consacra ancora una volta l’estro, l’arte e l’inventiva dell’artista giffonese.
Arrivano così gli anni 2000 e la fama cresce, l’arte di NT continua a farsi largo nel mondo dei colori, della fantasia e del tempo che varca l’immaginazione. Ci sono gli inviti e la partecipazione al Premio Arte, organizzato dalla rivista Arte della Mondadori nelle edizioni 2000 e 2003, in quest’ultimo anno il maestro giffonese diventa internazionale con il World Trade Center Site Memorial Competition per il memoriale delle vittime degli attentati terroristici al World Trade Center di New York del 26 Febbraio 1993 e del 11 Settembre 2001, per il quale vi sono state 13.683 registrazioni e hanno ricevuto nei termini previsti 5201 progetti, provenienti da 63 nazioni e da 49 stati che compongono gli Stati Uniti. Il maestro Tedesco ha l’onore di rientrare nelle 5201 opere e riceve un diploma d’onore, con il lavoro inserito sul sito ufficiale del Memorial. Il 2004 si rivela anno ricco di soddisfazioni e crescita artistica con la partecipazione al Premio Celeste organizzato da Galleria L’Albero Celeste San Gimignano (Siena), ancora il Premio Arte messo in piedi dalla rivista Arte della Mondatori edizione 2004. Nello stesso anno, Norberto presenta al comune di Giffoni Valle Piana proposta progettuale per monumento commemorativo per tutte le vittime dell’idiozia umana composto da una serie di sculture da collocare nel giardino degli aranci. Curioso l’avvenimento legato all’ Alexander museum palace hotel ei Pesaro, la struttura richiede la realizzazione di opere da inserire nelle stanze della struttura, il maestro Norberto Tedesco invia un suo progetto, e a novembre dell’anno successivo gli viene assegnata la camera 610, li Norberto incontra il conte di Valfesina Alessandro-Ferruccio Marcucci Pinoli e alla firma degli accordi definitivi per la realizzazione della stanza il conte scherzosamente dice all’artista : “lei adesso non può morire perché gli artisti che mi aiutano a realizzare il mio hotel devono essere contemporanei”…
Anche il 2005 si rivela anno importante per la carriera artistica di Norberto, viene presentata un’altra proposta progettuale al comune di Giffoni Valle Piana per una scultura estrapolata dal progetto presentato per il Giardino degli aranci su richiesta del sindaco con relative modifiche per distaccarla dal contesto precedente. Norberto partecipa al DIESEL WALL 2005 premio di arte temporanea seconda edizione, organizzato dalla Diesel su una facciata di un palazzo a Milano. GIRO D’ITALIA 2005, 11 Maggio, dono di un ritratto di Marco Pantani, al vincitore della tappa Diamante - Giffoni Valle Piana Danilo Di Luca. Il maestro Tedesco partecipa ancora una volta al Premio Arte organizzato dalla rivista Arte della Mondatori edizione 2005. A dicembre dello stesso anno invia a sua Santità Papa Benedetto XVI, un ritratto in omaggio al suo predecessore Giovanni Paolo II, a gennaio dell’anno seguente Norberto riceve una lettera di ringraziamento da parte del pontefice sua Santità Benedetto XVI. Il 18 settembre 2006, NT inizia la distribuzione del Manifesto di meditazione, commento per immagini e testo, che, sarà il primo di una serie di meditazioni su fatti di cronaca e vita, realizzato con computer grafica stampato in 150 copie firmate e numerate dal titolo Luce vs tenebre. Nello stesso anno, il maestro riceve lettera di ringraziamento e nota critica per il manifesto di meditazione luce vs tenebre dal ministro per le politiche giovanili Giovanna Melandri. Il 24 gennaio 2007 arriva la lettera di ringraziamento da parte del Pontefice Sua Santità Benedetto XVI per il manifesto di meditazione luce vs tenebre. Il 9 maggio 2007 arriva lettera di ringraziamento e nota critica per il manifesto di meditazione luce vs tenebre dalla Presidenza della Repubblica. Giugno 2007, partecipazione a collettiva di artisti giffonesi nell’ambito della prima edizione della manifestazione Giffoni Day, presso il complesso monumentale del San Francesco di Giffoni Valle Piana. Ad aprile 2008, inizia la lavorazione di una scultura in legno con una sperimentazione di un nuovo stile, nello stesso mese NT prende parte alla Mostra di arte figurativa Il Papiro di Leida collettiva nel centro storico di Eboli. A giugno 2008 partecipazione alla collettiva di artisti giffonesi e non nell’ambito di Giffoni Porte Aperte al complesso monumentale di S. Francesco, poi il 7-8 Giugno 2008 partecipazione a collettiva di artisti giffonesi nell’ambito della seconda edizione della manifestazione Giffoni Day. Nel giugno 2008 Uno dei manifesti di meditazione viene pubblicato sul mensile Itinere. A luglio comincia la distribuzione manifesto di meditazione 2 realizzato in computer grafica dal titolo Italia. Poi arriva la partecipazione alla mostra di arte figurativa Palazzo Federico II collettiva, poi realizza su commissione per il dottor Elio Verace una scultura con interventi pittorici in tecnica mista su legno e rame, senza titolo. A settembre dello stesso anno arriva la lettera di ringraziamento per i manifesti di meditazione Luce vs tenebre & Italia da parte dell’ onorevole Antonio Di Pietro.
Nel 2009, Norberto fa una Proposta progettuale per il concorso:“MAXXI DUE PER CENTO il concorso per gli artisti” del Ministero per i beni e le attività culturali, PARC Direzione generale per la qualità e la tutela del paesaggio, l’architettura e l’arte contemporanea, concorso per la scelta, l’esecuzione e l’acquisto di due opere d’arte da collocare presso il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma. Sono state inviate 554 domande di partecipazione : 264 per l’area esterna, 149 per l’atrio interno e 141 per entrambe le aree. 370 di cittadini Italiani e 184 da artisti stranieri provenienti da tutti i 5 continenti e da 47 paesi diversi. Il mese successivo il maestro giffonese partecipa alla collettiva Flussi d’Arte” nell’ambito di Itinerari Mediterranei, mostra che si è tenuta nella chiesa del Convento S. Francesco, di Giffoni Valle Piana. A aprile dello stesso anno, altra partecipazione, questa volta La Passione, teatro ancora una volta il Convento San Francesco. A maggio il grande appuntamento con la personale di pittura Il Volto di Dio attraverso il Volto degli uomini, suggestiva esposizione che si è tenuta al Santuario Santa Maria di Carbonara, qui Norberto ha ricevuto la nota critica di Antonio Montefusco giornalista de il Resto del Carlino e QN. Il 2009. Ad agosto NT partecipa alla sesta edizione del Premio Celeste , qui il maestro sperimenta la scultura con un’istallazione dal titolo 962/283/2/ schegge e… con creazione di profilo CSstudio sul sito Premio Celeste. Ad ottobre la collettiva d’arte alla Fiera del salone del mobile e del design a Tito di Potenza. L’anno si chiude con la distribuzione del Manifesto di Meditazione n°3 Genitori/Figli. Una bella consacrazione arriva subito a gennaio 2010, il poliedrico artista campano partecipa al 1° Premio Internazionale città di New York nella sezione pittura, selezionato tra 1007 artisti su oltre 7000 richieste di partecipazione, organizzato dal Centro Diffusione Arte di Palermo e Boè periodico di informazione artistica. Il mese successivo, il periodico Boè, pubblica un’opera di Norberto sulle proprie pagine. Aprile 2010 si apre con la partecipazione al 1° Premio Internazionale città di New York, poi il maestro riceve l’invito per partecipazione a collettiva d’arte a Palermo presso la Galleria Il Tempio. E’ un 2010 intenso, NT ad aprile comincia una scultura al Santuario di Carbonara, lavorando un tronco di un pino ucciso dai parassiti. Poi a maggio 1° Premio Internazionale città di New York, artisti in mostra a Palermo alla galleria d’arte il Tempio. Di nuovo la partecipazione al Premio Arte organizzato dalla rivista Arte della Mondadori edizione 2010, qui viene presentata l’opera Foto ritratto Biografico. Norberto prende parte al Premio Celeste 2010, VII edizione nelle sezioni foto e grafica digitale, con l’opera Foto ritratto Biografico e sezione pittura con l’opera Un Bambino di nome Gesù. Bella data quella del 20 luglio 2010, nell’ambito della quarantesima edizione del Giffoni Film Festival, il maestro Tedesco dona un ritratto a Luciano Ligabue, l’ente decide di ricavare una serie di magliette con lo schizzo donato al cantante di Correggio. Nella stessa edizione, l’artista giffonese dona un ritratto a pastello al maestro, e storico corrispondente Rai, Tonino Pinto. A settembre arriva la partecipazione collettiva d’arte Athenes Art 2010, prima di una serie di collettive d’arte a tutto tondo il cui motto è Friendship throgh art can and will change the world, è sola la prima di una serie tra cui S.Pietroburgo (2011) , Cina (2012). A settembre 2010, arriva a Giffoni Valle Piana il presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, Norberto dona al presidente un ritratto e un acquarello. A settembre torna il manifestazione di meditazione, è il quarto, dal titolo Morire di Lavoro, tema di grande attualità nell’Italia delle morti bianche. Nello stesso mese, arriva la partecipazione al Celeste Prize International 2010, II edizione; il maestro partecipa alle sezioni foto e grafica digitale con le opere In attesa dei sogni che verranno e Lontano dalle tenebre. In ottobre riceve la lettera di ringraziamento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per le opere ricevute in dono durante la sua visita a Giffoni Valle Piana, questo il testo: “Il Presidente della Repubblica ha ricevuto con vero piacere il ritratto ed il piccolo acquarello che ha avuto la cortesia di fargli pervenire. Un pensiero particolarmente apprezzato e gradito che il Presidente conserverà a ricordo della sua visita a Giffoni e per il quale desidera, mio tramite, ringraziarLa vivamente. Nell’occasione sono inoltre lieto di trasmetterLe i più cordiali saluti del Presidente Napolitano, ai quali desidero unire i miei personali. Il Consigliere Direttore dell’Ufficio di Segreteria del Presidente della Repubblica Carlo Guelfi”.
In novembre arriva un altro grande attestato, il pittore, viene selezionato nella categoria Others selection al Celeste Prize International 2010 II edizione nella sezione foto e grafica digitale con l’opera Lontano dalle tenebre. Norberto tiene la personale, Riflessioni e Attese, al Capri Jazz Bar di Battipaglia. Altra partecipazione al Premio Celeste 2011 VIII edizione nella sezione foto e grafica digitale con le opera In Viaggio verso il Futuro e S.N. 2010. Comincia il nuovo anno e ovviamente è all’insegna dell’arte, c’è la partecipazione al Premio internazionale Tokio con l’opera Un Bambino di nome Gesù organizzato da centro diffusione Arte di Palermo, Norberto accede alle selezione finale in una rosa di 5200 partecipanti, un’immagine del quadro viene pubblicata sul bimestrale Boè. In primavera Norberto si reca al Santuario di Carbonara per riprendere il lavoro alla scultura dopo la pausa invernale non trova più il tronco su cui aveva iniziato il lavoro, qualche genio, amante dell’arte lo ha tagliato. Altra partecipazione al Premio Arte organizzato dalla rivista Arte della Mondadori edizione 2011, questa volta il maestro partecipa con S.N. 2010. C’è la pubblicazione su Avanguardie Artistiche 2011 edito da Centro Diffusione Arte di Palermo. L’arte di Tedesco sbarca a Roma alla Galleria Vista Arte Comunicazione, con la partecipazione alla collettiva Visioni. Oltre lo sguardo; poco dopo viene invitato alla collettiva del Capri Jazz Bar dove si tiene Why not Festival. A luglio, Gallery Effetto Arte dedica un pagina a NT. Durante la 41esima edizione Giffoni Film Festival, Tedesco dona un’opera e una stampa al coreografo e maestro Amedeo Amodio. Nell’ambito della stessa manifestazione , Norberto Tedesco realizza e dona un ritratto a Lorenzo Jovanotti Cherubini e al direttore artistico del Giffoni Claudio Gubitosi. Ad agosto, partecipa alla collettiva Odissea, e riceve un Premio Eccellenza Stilistica da parte della redazione Centro Diffusione Arte di Palermo che motiva così il premio: “l’elevata fattura stilistica dona all’intento rappresentativo un eccelso valore narrativo. L’Artista con la sua verve compositiva concretizza il lirismo del messaggio. Con relativa pubblicazione sul numero di luglio/agosto del periodico d’arte Boè. Arriva pure la partecipazione al Producing Censorship di Milano sezione foto e grafica digitale con le opere Senza Titolo e S.N. 2010. Ormai il maestro è sempre in giro per l’Italia e i suoi quadri vengono esposti nello stand Soqquadro a Fiera Arte Scandio (Reggio Emilia). Il 2011 segna la partecipazione alla prestigiosa esposizione del Premio internazionale Tokio alla galleria Amart Louise Bruxelles.In ottobre viene pubblicata un’intervista, foto opera e valutazione, sul bimestrale di cultura dell’immagine e comunicazione Eikon. A novembre Norberto riceve la nota a mano di ringraziamento dal Presidente della Camera Gianfranco Fini per il manifesto di meditazione, e il messaggio è davvero intrigante: “ Grazie di Cuore per il gentile pensiero che ho particolarmente gradito”.
Norberto sbarca a Padova Arte 2011 nello spazio espositivo dell’Associazioni Vibrazioni dell’Anima. L’anno si chiude con l’esposizione durante la manifestazione Divino Natale a Sieti di Giffoni Sei Casali. Poi arriva il premio della critica Boè a cura dei Salvatore Russo che scrive: “Più complesso di Mimmo Rotella. Più raffinato di Jacques Villeglè. I decollages ci narrano la nuova realtà contemporanea. Una realtà fatta essenzialmente di contraddizioni visive e di segreti di Stato. Una realtà basata sull’ingiustizia sociale e sul forte potere burocratico. Una realtà aliena ai problemi dell’Uomo e incapace di porre rimedio ai suoi sbagli. Nei suoi decollages troviamo la sua storia. Norberto parte da essa per andare a esplorare il mondo. Si arriva così a vere e proprie narrazioni dal sapere giornalistico. Tedesco ci racconta delle vere e proprie storie di vita. L’uomo metropolitano che ogni giorno è bombardato da notizie e fatti di cronaca. Un uomo che codifica e decodifica messaggi provenienti dal mondo esterno. Le sue opere che pongono l’accento su problematiche reali, legate alla “salvaguardia” dell’uomo”. C’è pure la pubblicazione sul numero di novembre/dicembre del periodico d’arte Boè. Nel 2012 si parte con la pubblicazione di una pagina su Over Art bimestrale d’arte e cultura diretto da Sandro Serradifalco EA Editore. A febbraio il ritorno in Emilia dove si tiene la collettiva d’arte Testosterone & Ma…Donne alla galleria d’arte Metamorfosi Reggio Emilia. Tedesco attira ormai l’attenzione dei media dedicati all’arte, a marzo, si occupa di lui l’inserto Soqquadro su Arte Shop magazine. Marzo e aprile Tedesco espone nella collettiva d’arte Il dominio della carne presso galleria d’arte Studio Iroko Milano. Non può mancare il consueto appuntamento del Premio Arte (rivista arte della Mondadori), dove si espone Ritratto di Gesù. Il momento clou è il conferimento Premio internazionale Le Louvre Parigi 27 a cura di Over Art diretto da Sandro Serradifalco. C’è pure il Premio dei Normanni Monreale giugno 2012, arriva pure l’attestato di ammissione alla Prima Biennale Arte di Palermo. Vengo redatte critiche sul bimestrale diretto da Sandro Serradifalco Over Art. Ritratto di Gesù partecipa al Premio Celeste 2012 nelle sezioni foto e grafica digitale. Il maestro si cimenta anche nell’organizzazione del Premio D’arte l’Arte in cammino con la felicità, location dell’esposizione è l’Antica Ramiera di Giffoni Valle Piana, l’esposizione ha il patrocinio del Giffoni Experience ed è organizzata in collaborazione con l’Associazione Artistico Culturale Angelo Azzurro di cui il maestro è presidente. Nell’ambito della mostra, Tedesco, partecipa fuori concorso. Ad agosto la partecipazione al Celeste Prize 2012 nella sezione foto e grafica digitale, con l’opera Senza Titolo serie Paesaggi. Poi l’ esposizione personale nell’ambito di Musiche ed Arte demo day a cura di Osservatorio Culture Giovanili dell’Università di Salerno e Chiamata alle Arti presso Borgo di Terravecchia. Di nuovo in giro per l’Italia con la collettiva d’arte Soqquadro, Factory 2 alla galleria Elle di Preganziol Treviso, poi la partecipazione al Premio dei Normanni nella città di Monreale esposizione finale a cura di Città di Monreale,EA editore, Francesca Biondolillo. Il ritorno a casa con la mostra personale nell’ambito di Santi e Falsi Dei a cura dell’associazione Orchidea dei Picentini al Borgo di Terravecchia Giffoni. Prestigiosa partecipazione a selezioni per Annuario d’Arte contemporanee 2013 speciale Artisti a cura di Vittorio Sgarbi pubblicato da EA editore.
Nell’anno dispari che arriva, partecipazione alla Prima Biennale d’Arte di Palermo con l’opera Ritratto di Gesù a cura di Città di Palermo, EA editore, Paolo Levi critico d’arte direttore rivista Effetto Arte, Sandro Serradifalco editore direttore artistico dell’evento, Salvatore Russo critico d’arte…

senza-titolo
Senza Titolo