I personaggi di Salvatore Capossela al "Simposio" di Trento

Volti coinvolti, sconvolti e travolti dalle emozioni della vita

GEN 01

Quando? Terminato marted 10 febbraio 1970

Dove? Via Rosmini, Trento, (TRENTO)
GPS: 46.0659954, 11.1192052

46.0659954, 11.1192052

Chi conosce Salvatore Capossela come artista sa della sua irrequieta curiosità: sa che, pur avendo alcuni riferimenti di fondo, il suo linguaggio cambia spesso così come i soggetti o l’uso della materia.
Ci sono, è pur vero, due costanti – il colore e l’emozione – che permettono di riconoscerne la firma. Inutile cercare, nei dipinti di Capossela, le sfumature, i languori dell’acquerello: i colori che usa sono sempre forti, decisi, imperiosi anche quando – utilizzati ad esempio nella pittura su vetro – sono capaci di suggestioni intense. E così è per la carica emotiva che genera il suo linguaggio artistico e che, inevitabilmente, si comunica all’osservatore. In ogni caso, anche quando un quadro convinca meno di un altro.
Detto questo, il “vagabondare” tra soggetti diversi – ogni volta con entusiasmo rinnovato - è l’elemento che trascina dentro l’evoluzione del tratto dell’artista Capossela.
Questo racconta l’approdo (ma non definitivo) a quella sorta di galleria di personaggi, a scavalco fra ritratto, burla, surreale che, dal gennaio al 6 febbraio, saranno esposti al Ristorante – Pub – Wine Bar Simposio di Trento in via Antonio Rosmini n°19.
Anche in questo caso, uso del colore e carica emotiva sono dominanti. Ma c’è dell’altro: in quei volti scomposti, sghembi, in quegli occhi stralunati, nelle bocche dispettose… si possono cogliere le inesauribili complessità e ricchezza, anche quando sia ambigua, dell’individuo. Il linguaggio di Salvatore Capossela è, come sempre, semplice, netto, deciso, istintivo. C’è l’artista che chiede alla propria opera di rappresentare l’evoluzione del proprio pensiero; e c’è chi le chiede, semplicemente, di comunicare quello che, in quel momento, unico e irripetibile, ha l’urgenza di dire. Chi guarda potrà stupirsi, divertirsi, riflettere, incuriosirsi… nel magico gioco delle tante comunicazioni possibili.
Milena Di Camillo

  • Pubblicata domenica 04 gennaio 2015

  • Da Salvatore Capossela

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Salvatore Capossela) Commento pubblico o privato


  • Pubblicatadomenica 04 gennaio 2015