Retrospettiva Ennio Perrotti

Uno dei protagonisti del mondo artistico sardo del ‘900 viene riproposto oggi, a trent’anni dalla morte: mezzo secolo di attività artistica di Ennio Perrotti sarà infatti presentato in una mostra retrospettiva che rimarrà aperta al pubblico dall’11 al 19 novembre prossimi. L’esposizione, allestita dall’Associazione culturale “Spazio 61”, potrà essere visitata a Cagliari in via dei Genovesi 48, in Castello, dalle 17 alle 20.

Durante la sua attività, Ennio Perrotti ha proposto la sua visione della Sardegna, diventando il principale interprete del folklore isolano del suo periodo. Sono infatti note le mattonelle in ceramica con volti e costumi dei paesi sardi e le numerose serie di cartoline postali che hanno contribuito a far conoscere la Sardegna nel mondo, attraverso l’incredibile e ricco panorama degli abiti tradizionali. Ma l’attività artistica di Ennio Perrotti non si limitò alla descrizione del mondo delle tradizioni popolari dell’isola; allargò la sua sfera di interessi al recupero della memoria storica di città, come Cagliari, e di conoscenza delle manifestazioni popolari, così profondamente radicate nei piccoli centri dell’interno della Sardegna.

Nella mostra retrospettiva sarà esposta una selezione delle opere più significative di Ennio Perrotti che prestò attenzione anche a differenti altri temi espressivi come il paesaggio, le nature morte, i ritratti, le incisioni. Un’occasione per fare un tuffo nel secolo scorso, non soltanto nel mondo dell’arte.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Spazio 61) Commento pubblico o privato


  • Pubblicatamartedì 14 novembre 2017