Mostra personale "Galleria Velasquez" Milano

" UN POETA DEL COLORE "

Presentazione dell’artista Giorgio Bernardinelli
Chi volesse riassumere in una parola la principale caratteristica della produzione pittorica di Giorgio Bernardinelli, la troverebbe perfettamente nella parola “visione”: sono spazi dell’anima e accadimenti del nostro tempo, universi di uomini, di cose, di animali, espressi in un simbolismo personalissimo, dove l’acceso cromatismo diventa un ponte di luce tra la realtà e il sogno, in un intreccio di gialli, verdi, azzurri, di rossi, come lampade accese ad esorcizzare la morte. Se questo atteggiamento nasce dalla personalissima linfa dell’artista, non sono da trascurare i suoi ascendenti ungheresi, quel bisogno di stordire la malinconia nella forza accesa del folklore, quella tensione verso l’assoluto che fa dire al poeta magiaro Ady Endre: “ il modo migliore di contentare noi ungheresi è di non contentarci affatto”. Nei lavori di Giorgio Bernardinelli si sente la nostalgia degli antichi cantori, dei novellatori nelle notti d’inverno quando la vita e la favola si confondevano come le fiamme del fuoco e ogni racconto portava le tracce del sorriso di Dio.
Luciana Oliveri

  • Pubblicata venerdì 08 ottobre 2010

  • Da Un Poeta Del Colore

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Un Poeta Del Colore) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatavenerdì 08 ottobre 2010