Mostra internazionale Spoleto Arte, tra gli artisti anche il talentuoso Erio Baracchi

La mostra internazionale Spoleto Arte è ormai diventata un appuntamento imperdibile per i tanti esperti ed appassionati d’arte e rinnova l’appuntamento dal 22 al 26 luglio presso lo storico Palazzo Vescovile – Terrazza Frau, già sede della Fiction Don Matteo, situato nel cuore della città. La manifestazione vede il contributo di Vittorio Sgarbi, Salvo Nugnes, curatore d’arte e giornalista, Silvana Giacobini, già direttrice di Chi, Francesco Alberoni, sociologo internazionale, Ada Urbani, già assessore alla Cultura e Senatrice, Yari Carrisi Power, Paolo Liguori, direttore del Tgcom24, Giordano Bruno Guerri, pres. Vittoriale di d’Annunzio il presentatore Marco Columbro, Pippo Franco, presentatore e artista, Marzia Risaliti, attrice, e molti altri. La kermesse vede esposte le opere di tanti artisti contemporanei provenienti da tutta Italia e non solo, tra cui le opere di Erio Baracchi. Erio Baracchi, pittore e grafico, è nato a Modena il 26 marzo 1926, dove ha seguito gli studi artistici e dove ha vissuto e lavorato. Il suo iter artistico è segnato infatti dall’esperienza come grafico nell’ambito dell’industria d’avanguardia cui associa, negli anni dal 1961 al 1980, l’insegnamento di discipline artistiche e storia dell’arte nelle scuole statali. L’esordio nel mondo artistico di Erio Baracchi è segnato dalla presenza nel 1953 alla IV Mostra nazionale del disegno e dell’incisione moderna a Reggio Emilia: da quella prima apparizione si contano oltre 300 mostre fra personali e collettive in Italia e all’estero. Nel 1983 la rivista economica «Capital» lo annovera tra i maggiori artisti emergenti. Tra il 2004 ed il 2009, continua ad esporre le proprie opere in importanti mostre itineranti in tutto il centro-nord Italia. Benché malato, dipinge ed insegna sino agli ultimi mesi. Compianto da tutti gli amici e gli allievi che lo hanno affiancato, abbandona gli scenari umani ed artistici il 2 ottobre 2012.

  • Pubblicata venerdì 10 giugno 2022

  • Da Ufficio Stampa

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Ufficio Stampa) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio


  • Pubblicatavenerdì 10 giugno 2022