U Ciucce de Pasqualone

2011

“ U Ciucce de Pasqualone”

Jentr’u vegnele de Pasqualone
jerne nète ciucrèdde e sevone
e Ciccille, sole sole p’u curtidde,
n’ere anghiote nu’ panaridde.

Intante ca stè cacceve n’a mosche
trasè nu ciucce da ientr’u wosche.
U ciucce jère tutte azzezzete
de wuardeminte d’ore e ciacciule culurete.

Ciccille descè a Vetucce:
“Addò stone ‘vvone chedde Ciucce?
Treminte pe’rrete pe’rrete
quant’ate ne vone da rete!!!”

“ Add’ò ste scete tutte quante,
ci’a ste na fere ‘mpurtante?”
“Ste sceme tutte au Cumone
nnanze’a chiazze de Sammartene.

Ne vuleme presentà all’ elezione
Accussè deme a tutte ‘na bella lezione.”
Allore Ciccille descè a Vetucce:
“Antemene au Cumone volene sce le Ciucce?!

chedde so’ tutte annaffiabbete,
c’ammenestrazzione amma tenè arrete?”
“N’i verete tutte chedde ciucciaridde?
Ce na’ssò fele a mmeme so’ cumparidde.”

Ddò le ciuccere so’ chiussè delle crestiène.
E mmè amma scè a chiene chiene.
Fina’mmè one sciote le crestiène au Cumone.
Me, però amma ffa nu pecche approne!

Ce nange se rescetene le wuagnone
chedde vicchie nang’i vol cchiù nuscione.
Fasceteve capesce te e Vetucce
ca l’anne ce ven ‘u senneche po’ jesse nu ciucce.


Vito Domenico Carbotti 24.07.2011
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA58819
  • Codice personale:VIOOO1
  • Tecnica:“ U Ciucce de Pasqualone” Jentr’u vegnele de Pa
Informazioni sulla vendita
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Descrizione

Poesia satirica dialettale di Martina Franca TA
poesia classificatasi al II posto nel Concorso di Poesia Le luci del Bene Tenuta a Taranto nel 2011

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Vito Domenico Carbotti) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA58819
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:novembre 2011
  • Archiviata il:luned� 21 novembre 2011