Biografia

Formazione artistica

Indirizzo
Via Montale 4 31030 Breda di Piave (TV).


Nato nel 1984 a Preganziol, Treviso, dove vive e lavora.
Si laurea all’Accademia di Belle Arti di Venezia nel 2007 con una votazione di 110 e lode nel corso di Arti visive e tecniche dello spettacolo(v.o.).

Tematiche

Il mio lavoro parte dalla fascinazione per un materiale: il metallo.
Utilizzo acidi chimici e fiamma ossidrica, ossidi, pigmenti e punta di diamante per arrivare ad una paesaggistica non convenzionale che ricorda immagini di universi e pianeti lontani,quasi rarefatti,desertici.
Studio le tonalità della ruggine fino alla ricerca del confine che si trova tra l’espressione materica e affascinante del ferro arrugginito e il punto in cui si comincia a intravederne una figurazione.
Concettualmente ciò che mi interessa è ottenere un risultato al confine tra la figurazione e un rapporto informale con la materia, cerco di far sembrare l’opera quasi una concrezione naturale creata solo dalla natura, senza impronta umana,ma allo stesso tempo che illustri e narri un’ immagine. La natura, il paesaggio acquisisce quindi un doppio significato: come soggetto degno di rappresentazione,di copia,ma al tempo stesso come ciò che attraverso il fare viene germinando e incredibilmente componendosi sulla superficie del metallo.

Valutazione artistica

IL GRADO ZERO DELLA PITTURA
Come da un offuscamento febbrile, da una confusione della casualità creatrice affiorano
paesaggi ectoplasmatici da fine del mondo. O da inizio liquido di tutto. Per confine
l’orizzonte imponderabile. Luogo di una rigenerazione e unica misura geometrica
dell’infinità. Come l’unico presentimento in un deserto apocalittico e metallico. Tonetto Aleph
sta lì sul limitare evanescente tra la figurazione conquistata poi negata e il ricordo fascinoso di
un gesto informale. Ha una astrazione di resistenza. Come chi spia con un tempo da
immortale, dilatato e vago, le concrezioni segrete di una stalattite, una erosione che da il nome
al caos, che inventa un mondo da una macchia. Il lavoro da faber è nell’attesa di una
consunzione della materia
come fa quel trascorrere
rugginoso sulle cose,
nella poesia del momento
giusto, nell’illusorio e
malinconico arrestare un
processo. Poi il ferro; poi
il fuoco purificatore di
Efesto nelle mani che
fonde, piega, addomestica, trasforma e trasfigura; l’incisione che ordina, il graffio, la
corrosione. Quasi un fare alchemico. La genesi è tutta li, nella bellezza del processo. Tutta la
brutalità delle creazioni e il vuoto gravido di possibilità del grado zero. In fondo, la fine e
l’inizio sono solo un processo, una prospettiva.
Simonetta Angelini – critico d’arte
Arianta

Bibliografia

ESPOSIZIONI
2005
“Luoghi Non Comuni” , mostra collettiva organizzata dall’associazione Le Bas Bleu a Padova , Venezia e Belluno, con un’installazione video dal titolo “La palestra distorta di Ames”.
Partecipazione ad “Atelier Aperti”, mostra collettiva organizzata dall’ Accademia di Belle Arti di Venezia in collaborazione con la Biennale.
2006
“Omaggio a Casale”-secondo premio del concorso di pittura a Casale(Treviso).
2007
Mostra Personale “Martes” al Centro Culturale Estrada di Treviso.
“Dall’ Accademia alla Fornace”-mostra collettiva tenutasi ad Asolo (TV) organizzata dall’Accademia.
Partecipazione ad “Atelier Aperti” a cura di Accademia di Belle Arti di Venezia.
2008
“C come Cina” collettiva organizzata da Il Corriere della Cina.
Rassegna Bice-Bugatti-Segantini a Milano.
Talents, mostra collettiva organizzata a Salerno.
Italian Feelings, collettiva tenutasi a Las Vegas, Nevada, Usa.
“Artefatto- blitz estetico” collettiva organizzata a Trieste.
“Nuova Voce” collettiva organizzata dalla Fondazione Correggiari a Bari in occasione della Fiera del Levante.
Arte in Fiera, mostra mercato d’arte contemporanea a Longarone (BL).
“Orange calls Italy” collettiva organizzata dall’ associazione Orange a Bergamo.
“Artemisia 2008” mostra collettiva organizzata ad Ancona dall’ associazione Artemisia.
2009
Openart 09, esposizione collettiva a Roma,nelle Sale del Bramante.
“Trasparenti Variazioni”, esposizione collettiva, chiesetta di Badoere(TV) organizzata da Arianta.
OPEN#1, collettiva organizzata a Venezia presso i Magazzini del Sale dall’associazione Sale docks.