Biografia

Formazione artistica

Nel 1994 frequenta la Scuola Internazionale di Grafica a Venezia sotto la guida dell’artista Andreas Kramer, nel 1996 frequenta uno stage di pittura e fotografia a Berlino sempre con l’artista Kramer.
La pittura di Antonella Ongaro segue una logica basata sull’emozione, e sulla memoria, le sue scelte tematiche sono sempre il risultato di un’intima e profonda meditazione.
Viene incarnata in una materialita’ visibile, tra tecniche e materiali diversi : terra, sacchi, tessuti riciclati, libri, legno, pietre, minerali, vegetali.
Oggetti e materiali di scarto, trovati nei mercatini, e nei luoghi piu’ disparati, che hanno gia’ avuto una loro vita, una loro storia e che l’artista rielabora facendoli rivivere nella loro semplicita’ e poverta’ .
Partecipa all'Associazione "Giovani Pittori di Spilimbergo ".
Ha esposto in diverse collettive e personali in Italia e all' estero.
Nel 2008 ha partecipato, su invito, alla XI Biennale di Architettura di Venezia con l'evento collaterale " La Città dell'uomo ".
Nel 2010 ha partecipato, su invito, alla XII Biennale di Architettura di Venezia con l'evento collaterale " Oltre il Giardino-Un Giardino Globale ".
Nel 2011 in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia, su invito, ha dipinto ed interpretato la Bandiera Italiana, per la mostra svoltasi a Spilimbergo denominata " Verde, bianco, rosso la Bandiera Italiana vista dagli artisti " a cura della Quadreria Museo CRAS ( Comitato Promotore Istituzione Museo civico).
E' presente con una propria opera al " Wordl Museum, 1000 artisti a palazzo " Palazzo Arese Iacini a Cesano Maderno (MI).

Vive e lavora tra Spilimbergo e Trieste