Biografia

Formazione artistica

Senza confini tra figurativo e astratto,le opere di Biagio Maggiore raccontano di una realta'fantastica che si lega al bizzarro mondo dei teatranti ambulanti, per poi approcciarsi al fumetto, e descrivere infine un mondo fantastico immaginato da un bambino.
Colori caldi, contrapposti a tocchi di verdi e blu' acidi, figure di cioccolata, casette minuscole,animali volanti, paesaggi marini:la realta' di Biagio e' tanto SURREALE quanto avvolgente.
Ma la caratteristica di fondo e' la gioia che le tele trasmettono;non c'e' posto per la malinconia, ne' per i problemi quotidiani quasi a voler tornare bambini.il colore e le forme raccontano fiabe, ora con pennellate precise e meticolose, ora con impeto irrazionale, quasi a voler dire che l'arte e' pura espressione di sentimento, oltre ogni tecnica e ogni scuola.
La pittura di Maggiore e' per un visitatore curioso, capace di stravolgere la mente e la visione di una realta' banale, ed e' per coloro che amano:
IL GIOCO, LE FIABE,
L'ARCOBALENO.