Biografia

BEATRICE BASILE :CENNI BIOGRAFICI E CRITICI.

Beatrice Basile nasce a Cariati (CS) nel 1987.
Diplomata all’Istituto Statale d’Arte di Castrovillari attualmente frequenta l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.
Nelle sue opere si trovano le sue due grandi costanti, inscindibili l’una dall’altra: la pittura e la scultura; La tela, da sempre pensata come una superficie piana, diventa nelle sue opere “sagomata”, fuoriesce dallo spazio predefinito realizzando forme ondulate.
Ha partecipato a numerosi concorsi e ad alcune collettive.
Le sue opere sono custodite in collezioni pubbliche e private.


<<…. La composizione assume un caratteristico aspetto, dove predominano i sentimenti e la grande abilità di saper trasmettere sul supporto emozioni attraverso un valido equilibrio cromatico..>>.

A.F.Biondolillo.

<<…Le sue opere evocano grande movimento emotivo, coinvolgendoci una sua sintomatica ricerca dal tratto gestuale ricco di messaggi.
Una espressione totale che, nella sua armonica evoluzione comunicativa rilancia messaggi e commenti del suo alfabeto interiore, rivelandoci la sua innovativa ricerca della forma…>>.

Mariarosaria Belgiovine.

<<… Una ricerca che esalta la materia, una tela che prende vita per divenire essa stessa parte fondamentale dell’opera. Beatrice Basile si lascia coinvolgere dalla sua creatività, con la manipolazione della tela, evocata come una soluzione alla sua sete di creatività.
L’impulso gestuale esprime una visione interiore del suo modo di rappresentarsi, con l’immaginario anticonvenzionale ed introduttivo di una fantastica e mutevole energia in costante movimento….>>

Mariarosaria Belgiovine.

<<… Pittura e scultura si fondono nell’arte surreale di Beatrice Basile per creare nuovi orizzonti estetici assolutamente originali.
La giovane artista gioca con la materia, che diviene supporto plastico dei suoi dipinti dai colori decisi e vivaci. In realtà la sua si rivela presto un’arte piena di significati , profondamente meditata. In “Tango” le figure s’intrecciano elegantemente e danzano in un turbinio voluttuoso colmo di energia, accompagnate dai colori spruzzati solo apparenemente a caso. Il risultato è un insieme dinamico, capace di comunicare gioia di vivere.
Beatrice Basile, per concludere, esplora nuove tecniche per un desiderio puro di creare un’arte giovane e vitale….>>.

Dott. Nadine Giove.



Formazione artistica

BEATRICE BASILE :CENNI BIOGRAFICI E CRITICI.

Beatrice Basile nasce a Cariati (CS) nel 1987.
Diplomata all’Istituto Statale d’Arte di Castrovillari attualmente frequenta l’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.
Nelle sue opere si trovano le sue due grandi costanti, inscindibili l’una dall’altra: la pittura e la scultura; La tela, da sempre pensata come una superficie piana, diventa nelle sue opere “sagomata”, fuoriesce dallo spazio predefinito realizzando forme ondulate.
Ha partecipato a numerosi concorsi e ad alcune collettive.
Le sue opere sono custodite in collezioni pubbliche e private.


<<…. La composizione assume un caratteristico aspetto, dove predominano i sentimenti e la grande abilità di saper trasmettere sul supporto emozioni attraverso un valido equilibrio cromatico..>>.

A.F.Biondolillo.

<<…Le sue opere evocano grande movimento emotivo, coinvolgendoci una sua sintomatica ricerca dal tratto gestuale ricco di messaggi.
Una espressione totale che, nella sua armonica evoluzione comunicativa rilancia messaggi e commenti del suo alfabeto interiore, rivelandoci la sua innovativa ricerca della forma…>>.

Mariarosaria Belgiovine.

<<… Una ricerca che esalta la materia, una tela che prende vita per divenire essa stessa parte fondamentale dell’opera. Beatrice Basile si lascia coinvolgere dalla sua creatività, con la manipolazione della tela, evocata come una soluzione alla sua sete di creatività.
L’impulso gestuale esprime una visione interiore del suo modo di rappresentarsi, con l’immaginario anticonvenzionale ed introduttivo di una fantastica e mutevole energia in costante movimento….>>

Mariarosaria Belgiovine.

<<… Pittura e scultura si fondono nell’arte surreale di Beatrice Basile per creare nuovi orizzonti estetici assolutamente originali.
La giovane artista gioca con la materia, che diviene supporto plastico dei suoi dipinti dai colori decisi e vivaci. In realtà la sua si rivela presto un’arte piena di significati , profondamente meditata. In “Tango” le figure s’intrecciano elegantemente e danzano in un turbinio voluttuoso colmo di energia, accompagnate dai colori spruzzati solo apparenemente a caso. Il risultato è un insieme dinamico, capace di comunicare gioia di vivere.
Beatrice Basile, per concludere, esplora nuove tecniche per un desiderio puro di creare un’arte giovane e vitale….>>.

Dott. Nadine Giove.