Biografia

Francesco Aramu (biografia essenziale)
Francesco Aramu nasce nell’isola della Maddalena oggi Olbia Tempio (OT) nel 1926.
Vive l’adolescenza a Cagliari dove effettua i primi studi. Si trasferisce a Roma e a Cinecittà si interessa di scenografia. E' a Milano che trova l’humus e gli stimoli necessari che lo coinvolgono in molteplici interessi.
Un particolare impegno lo trova nel giornalismo che pratica per diversi anni senza mai abbandonare la pittura, unica vera ragione – missione della sua vita, "nonostante".
Frequenta i corsi di nudo all'Accademia di Brera.
Sue mostre vengono allestite in varie parti del mondo, numerosissime in Italia.
Milano, dove inaugura la sua prima mostra nel 1959, gli conferisce nel 1972 il riconoscimento più ambito,l’Ambrogino d’Oro per meriti artistici.
Altri gliene vengono attribuiti in Italia e all’estero.
Collezioni delle sue opere si trovano in Italia, Germania, Francia, Svizzera, Stati Uniti, Hong Kong, Grecia.

Nell’ultimo scorcio della sua attività particolarmente significative le mostre:

“Testimonianze silenziose” (le cariatidi) Museo di Milano, a cura del Comune,1985 –
Aramu “ l’Eden Tradito” al Monastero del Carmine a cura del Comune di Oristano, 1987 –
Aramu “ l’Eden Tradito” Sala S. Rita a Roma, a cura del Comune, 1988 –
“Presenze Assenze”, Cripta di S. Domenico, Cagliari 1986; Roma 1988/89 a cura dei relativi Comuni.
“Antologia”, Monaco di Baviera, 1990 –
Aramu “ l’Eden Tradito” Rathaus Tulzing
(Baviera)1991 –

“Raqama”, Provincia di Milano, Cascina grande di Rozzano, Milano, 1993; Torino 1994 -
“Piemontesi e Sardi, come eravamo” Palazzo della Regione di Torino 1994, Rivoli e Moncalieri, 1994 –
“La Conca, casa istintiva”, Calangianus (Sassari) 1995 –
“Raqama”, Fiera Internazionale del libro di Francoforte, 1998 –
“Raqama”, Comune di Firenze, Firenze 1998
“Raqama”, Comune di Milano, Milano 2001-
“Raqama”, Finalborgo, Finale Ligure, Chiostro di S.Caterina, 2004.
Mostra Retrospettiva, Roma 2009 presso
"Il Canovaccio, studio di A.Canova".
"Raqama e altre storie..." maggio 2010 Tempio Pausania, su invito del Comune.

“Raqama disegni del tempo sul granito” è anche un libro acquistabile in internet pubblicato dall’Editore Carlo Delfino; il libro è frutto di 12 anni di infaticabile ricerca delle proprie origini, censendo - in luoghi talvolta inaccessibili -
"I Conchi", grotte naturali della Gallura (OT), primordiali abitazioni dell'uomo. Aramu ne ricava nuova ispirazione, dipinge con sapienza e con ispirata guida le "sue" rocce: è RAQAMA, l'ultimo approdo. Nel 2006, inesorabile la malattia pone fine (momentanea) alla Sua continua ricerca - mediante l’Arte – del Sapere… e Aramu … si accomiata.

Formazione artistica

La Sardegna amata "stà stretta" ad Aramu che compiuti gli studi primari, si trasferisce a Roma,dove si occupa di scenografia a Cinecittà.
A Milano trova gli stimoli necessari; si occupa di giornalismo sportivo, amante del pugilato è amico dei pugili Sardi dell'epoca: Manca,Burruni,Rollo,Loi ed altri; ne dipinge la sofferenza sul ring. Come giornalista scrive su "boxe ring" e disegna fumetti umoristici.

Frequenta l' Accademia di Brera nel 1951 dove frequenta i corsi del nudo.
Inizia la sua attività espositiva a Milano nel 1959.
Il suo linguaggio è all'inizio chiaramente figurativo, caratterizzato da un segno delicato, sottilmente lirico, incontra subito il favore della critica e del pubblico.
Successivamente alla spatola, "suo compagno di viaggio" per 15 anni, i suoi olii si arricchiscono di pennellate di azzurro, viola, cremisi.
E' incisore e su supporti di rame crea le serigrafie de "L'Eden tradito".
Negli anni 80 si "innamora" della metafisica con la quale va oltre la realtà naturalistica, verso un realtà più interna e più magica sino a giungere ad una visione cosmica dell'esistenza.
Novello archeologo studia per oltre 12 anni le concrezioni naturali delle rocce della gallura; le disegna e poi le dipinge, nasce RAQAMA, percorso spirituale di galassie e di stelle...
Dal 1959 oltre a Milano (città adottiva)e in Sardegna, sue mostre si susseguono in Italia e all'estero: Francia, Germania, Svizzera, Brasile, New York, Mosca.

Tematiche

Al centro l'uomo, artefice e vittima della natura violentata...
Sofferenza e sogno dell'uomo, attesa e mistero, speranze e angoscie dell'incognito, Aramu coglie il segno di quest'ansia...
L'Aramu uomo è assediato fra realtà e immagine, in lui dolcezza e acutezza, abbandono e controllo, per penetrare nella dimensione del sociale...
Franco Solmi critico d'arte 1987

..Nelle stanze metafisiche l'atmosfera è carica di assenze..,un turbine è in agguato, è una calma scossa da folate di veli..
è la poesia di Aramu, la furia non è esterna ma irrompe negli interni,come nell'anima...
Antonio Romagnino critico letterario

...Aramu dedica due serie di incisioni serigrafiche ai drammi dell'umanità, è "L'Eden tradito", storia della tragedia di acque un dì fecondamente pescose, con la speranza che dal degrado si torni alle tradizioni genuine, che uniche portano alla felicità dell'anima, speranza che la natura che l'uomo ha tradito possa tornare ad una rinascente ubertà naturale...
Mario Monteverdi critico d'arte

...Aramu si muove nella propria terra alla scoperta delle conche della gallura, si fa archeologo e speleologo, alla ricerca di un lontano (in lui presente) passato, l'azione della natura sulla roccia sarda, l'acqua per intrusione "modella" "i conchi" le grotte naturali della Gallura (OT), lo portano a "Raqama" sua ultima ricerca artistica, spirituale e filosofica.
Prof. Ermanno Arslan, sino al 2005 direttore del museo archeologico di Milano,
Wally Paris critico d'arte
da RAQAMA, disegni del tempo sul granito

Tecniche

Olio su tela, spatola e pennello; "impressionismo, puntinismo, metafisica.."Ruggero Orlando, giornalista ed esperto d'arte;
"Aramu spazia tra metafisica,surrealismo e informale" (Wally Paris,2000).
Non si può racchiudere Aramu in "una" tecnica, Aramu ha severamente e rigorosamente studiato per pervenire alla Sua tecnica, che lo ha condotto in un percorso spirituale e di rinascita a RAQAMA,
strada di polvere di sole e di stelle, in un cammino verso chi ci ha generato e dove l'uomo ritorna... .

Valutazione artistica

Le opere di Aramu, a seconda delle misure (e non solo), sono quotate da Giorgio Falossi della FENESPART e Ermanno Arslan: dai 3.500 ai 48.000 euro per gli oli; la cartella serigrafica con tre opere, presentate da Mario Monteverdi, 1.000 euro; una serigrafia da 400 a 800 euro (va considerato che le serigrafie di Aramu "contano" dai 12 ai 22 passaggi di colore su matrice di seta o rame);
disegni originali da 2.000 euro, copie firmate da concordare.

Bibliografia

"Aramu 15 anni di pittura" ediz.Selearte,Milano 1975 -
"Racconto" in collaborazione con la poetessa Vittoria Palazzo,ediz. Seletecnica, Milano,1976-

"Precognizioni e memorie del Signore di Balajana, cartella grafica testo di Franco Solmi, ediz. Flash Bologna -

"Aramu incontro con un uomo", presentazione di
A.Romagnino, ediz. Polis, Cagliari -

"Cagliari, il passato del futuro", cartella serigrafica, presentazione di Paolo de Magistris,
ediz. Il nuovo laboratorio di Bologna -

"L'Eden tradito, a cura di Mario Monteverdi,1987 -

"Raqama, disegni del tempo sul granito, Presentazione del Prof. Giovanni Lilliu, Interventi di Angela Antona,archeologa, Wally paris, critico d'arte.

Carlo Delfino editore - 2000

Attestati / Premi

Milano, dove inaugura la sua prima mostra nel 1959, gli conferisce nel 1972 il riconoscimento per i cittadini benemeriti - nel suo caso per meriti artistici, L' Ambrogino d’Oro.
Nel 1970 in occasione della sua prima mostra a Roma, il Comune di Roma ha acquistaa un suo quadro custodito nelle sue civiche raccolte d'arte capitoline.

Firma celebre muretto di Alassio 1972

Premio Chianciano 1973

Premio Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica di Milano, 1974

International Directory of Art Germania 1974

Primo premio "Terrazza sul Lambro" per il quadro "Giornata sul Lambro" in estemporanea, Regione Lombardia 1976.

Tavolozza d'oro Comune di Milano 1976.

Premio de "La chambre de commerce Italienne de Paris" come artista internazionale 1978

Assurto a notorietà internazionale Aramu esporrà sempre in spazi pubblici sotto il patrocinio delle Istituzioni locali; ogni sua mostra è stimolo al dibattito, al centro l'uomo, artefice e vittima della natura violentata.

Per le ricerche archeologiche sulle conche della Gallura, e il successivo libro sulle stesse "RAQAMA" (trova "sue" conche anche in Grecia), riceve nel 1992 l'importante interessamento della California University, Institute of archaeology e, l'alto riconoscimento dell'UNESCO (settore Insula) Parigi.