Biografia

Giuseppe Taibi - Biografia

Giuseppe Taibi nasce ad Agrigento il 14 febbraio 1957, autodidatta, estroverso, poliedrico ed anticonvenzionale, coltiva fin da adolescente la passione per l’arte e in particolare per la pittura. Negli anni 80 si trasferisce a Messina (dove tuttora risiede), in quel periodo purtroppo per vari motivi, sono molto pochi i lavori e le esposizioni realizzati. Nessun preconcetto culturale e formale, affascinato dalle contraddizioni della contemporaneità e dal conflitto tra la realtà e l’inspiegabile, egli affronta temi bio-etici di spessore universale come il valore della libertà dei popoli, il perché dell’esistenza e della morte, l’onestà dell’individuo, il ruolo della chiesa e delle religioni nel mondo, la comunicazione, la politica, la bellezza, i sogni e i desideri. Sulle tele, sulla carta o su altro materiale, queste tematiche sono espresse in maniera chiara, leggibile, i colori sono quelli vivi, puri e molto caldi perché evidenti debbono essere gli stacchi e le diversità. Poco Manierismo, l’idea e il tema trattati sono più importanti del dettaglio pittorico e non vi è alcun bisogno di intermediari per cogliere il senso espresso dalle figure e dai segni. E’ proprio questo risultato , che l'artista intende raggiungere, il messaggio arriva diretto all’interlocutore che si sofferma a guardare una sua opera. Nonostante le poche esposizioni, quasi tutti i lavori realizzati da Taibi, sono da tempo proprietà di collezionisti privati, amatori che hanno sempre apprezzato l’artista sia per i concetti ed temi affrontati, sia per l’intensità espressa nell’esecuzione.

Formazione artistica

Autodidatta.

Tematiche

CICLO FIGURATIVO - CONCETTUALE

Tecniche

Olio, acrilico, carboncino, materico e quant'altro.

Bibliografia