Biografia

Formazione artistica

LUCIA GARDELLIN
nasce nel Veneto, terra di tradizioni artistiche di scuole pittoriche in cui la vibrazione del colore accentua l'esaltazione della forma, producendo manifestazioni eclatanti nei Veneziani, dal Bellini al Tiziano, al Veronese, fino all'informale con Birolli, Saetti, Vedova.
Ha da sempre dipinto, alla ricerca di una sua propria forma di espressione artistica. Le prime esperienze giovanili nascono da una continua ammirazione di alcuni pittori locali, che frequenta, assetata dall'interesse naturale per l'arte. Per dare maggiore impulso al messaggio artistico, frequenta l'Accademia Cignaroli di Verona, dove trova riscontro e confronto con altri artisti sulle nuove tendenze e tematiche del momento.
Con il suo carattere indipendente, sente che l'insegnamento didattico limita ogni possibilità di uscire dai canoni tradizionali e reagisce, secondo il proprio impulso, con opere provocatorie sia come espressione coloristica che come forme materiche, riprendendo i temi a lei cari, come la composizione formale di messaggi estetici, tramite non solo elementi grafici, ma utilizzando oggetti di uso quotidiano, ritrovati e ricomposti secondo una logica idealizzata del loro contenuto e del loro fine. Usando sabbie, spatole, pennellesse, gesso, stucchi, stracci, catrame, con grande maestria, ripropone i messaggi di un'arte "povera" quale liberazione dal conformismo. Nel suo studio inizia un confronto tra realtà e sensazione immaginaria, nel tentativo di eliminare la limitatezza del premeditato, secondo gli schemi dell'ego e della mente, per riscoprire la purezza dell'essere nel "qui ed ora" che appartengono al "sé".
Sente che presente, passato e futuro, che l'essere e il divenire si compenetrano in un dialogo informale che va ben oltre la normale lettura dell'opera ed entra nel difficile dialogo delle emozioni inconsce. Nasce così una continua e vibrante disputa tra "eros" e "thanatos", quasi ad avvicinarsi a quella dimensione dove la morte e la rinascita purificano lo spirito in una incessante catarsi.
La sua continua ricerca espressiva ha carattere intimistico e fa sì che l'artista sottovaluti l'importanza di portare le sue opere in pubblico, anche se gratificate dalla critica nelle mostre a cui ha partecipato: come una collettiva a Venezia, presso "Accademia Venezia", una mostra organizzata dal Comune di Portogruaro, nelle mostre organizzate dall'Accademia Cignaroli di Verona e nella mostra organizzata dal Comune di Nogara in occasione della ristrutturazione del Palazzo Maggi, ecc. (vedi curriculum).
Il suo fine è mirato a dare al lettore delle sue opere il proprio messaggio reattivo, nella speranza che tale messaggio venga accolto, sentito, interpretato ed usato, ma lasciando il giusto margine di interpretazione personale che ogni fruitore di un'opera d'arte dovrebbe avere, sempre partendo da sé.





Segue curriculum…..





LUCIA GARDELLIN
Pittura e Poesia
CURRICULUM

Prefazione:
Nasce nel Veneto, a Bussolengo in provincia di Verona nel 1951.
Ha da sempre dipinto alla ricerca di una sua propria forma di espressione artistica, e da sempre si è dedicata alla poesia.
Frequenta vari corsi di arti figurative, le prime esperienze giovanili nascono dalla frequentazione di alcuni pittori locali, assetata dall’interesse naturale per l’arte.
PER DARE MAGGIORE IMPULSO AL MESSAGGIO ARTISTICO, FREQUENTA L’ACCADEMIA CIGNAROLI DI VERONA dove trova riscontro e confronto con altri artisti sulle nuove tendenze e tematiche del momento e trovando validi maestri, come il maestro ALDO TAVELLA ed il prof. EUGENIO MICCINI.
La sua ricerca espressiva ha carattere intimistico e fa sì che l’artista sottovaluti l’importanza di portare le sue opere in pubblico.

Le sue prime esposizioni risalgono all’inizio degli ANNI NOVANTA presso l’ACCADEMIA CIGNAROLI DI VERONA, lasciandosi finalmente trasportare e coinvolgere dall’entusiasmo artistico che si veniva a creare nell’ambiente dell’ACCADEMIA nel preparare le mostre.

Diffidente nei confronti del “mercato dell’arte”, non cerca critiche, non desidera intaccare da intenti venali, o protagonismi, il “ candore” della sua ispirazione.
Ma la gratificazione di critica le giunge direttamente dal pubblico, che frequenta le sue mostre e che lascia eloquenti e spontanei messaggi e dediche.

Nel 1993 aderisce a “CULTURA VENEZIA” - ASSOCIAZIONE CULTURALE EUROPEA – partecipando alle iniziative della stessa, tra le quali conserva memoria di una MOSTRA D’ARTE
COLLETTIVA 1993 - “il nudo e l’astratto”- VENEZIA- SALA SAN LEONARDO –CANNAREGIO – INAUGURATA IL 6 MARZO 1993, presentazione a cura del giornalista Orfango Campigli.

Nel Maggio 1993 partecipa alla mostra presso l’ASSOCIAZIONE L. RUSSOLO DI PORTOGRUARO , in occasione del GEMELLAGGIO tra ASS.NE CULTURALE EUROPEA “CULTURA VENEZIA” e ASSOCIAZIONE CULTURALE “L. RUSSOLO”- PORTOGRUARO e MOSTRA ARTISTI EUROPEI, presentazione della poetessa e critica d’arte Piera Piazza.

Nel 1994 aderisce al CIRCOLO ARCI - ARTI VISIVE E PITTURA “IL PONTE” di VERONA.
Partecipa a mostre dallo stesso organizzate con la collaborazione di realtà quali CIRCOLO CULTURALE ARCI DI ARCORE - (MILANO), per la raccolta, attraverso una mostra, di fondi per i “NINOS DE RIO” Natale 1995.

Partecipa nell’aprile 1995, con “IL PONTE”, con la collaborazione dell’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI NOGARA (VR), alle MANIFESTAZIONI DEL 25 APRILE 1995, in occasione dell’inaugurazione di PALAZZO MAGGI, ora sede di un Museo Paleontologico, esponendo due opere di grandi dimensioni dal titolo: “MEMORIE” e “CATARSI”.

Nella Primavera 1996, in occasione della restituzione alla CITTA’ DI VERONA ed alla sua AMMINISTRAZIONE dell’ARSENALE MILITARE ASTRO-UNGARICO, con i pittori del CIRCOLO “IL PONTE”, inaugura l’apertura al pubblico dello stesso ARSENALE, con una MOSTRA EVENTO.

Nel Luglio 1997 organizza una MOSTRA PERSONALE presso la BIBLIOTECA COMUNALE del COMUNE DI BUSSOLENGO (VR), esponendo trentatre opere, raccogliendo il plauso dei suoi concittadini tra i quali personaggi stimati nel campo dell’arte.

Nell’Estate del 1998 partecipa alla mostra collettiva organizzata dal CIRCOLO ARCI “IL PONTE” di VERONA, presso PALAZZO LOSA di GARDA (VR), con il Patrocinio dell’AMMINISTRAZIONE COMUNALE di GARDA.
Partecipa ad altre mostre organizzate sul territorio dal Circolo stesso.

Nell’Agosto 2001 organizza una PERSONALE IN SICILIA presso il CIRCOLO DI CULTURA ALI’ TERME (ME), in occasione della FIERA DELL’ARTGIANATO e del VERDELLO, presentando TRENTANOVE OPERE PITTORICHE e DICIASSETTE POESIE facenti parte della sua raccolta intitolata “LA NOTTE DEI FALO”, dedicandola al Circolo di Cultura.

Dal Novembre 2001 al Gennaio 2002 PARTECIPA, CON OTTO OPERE PITTORICHE ed UN PERCORSO POETICO, AL PREMIO INTERNAZIONALE DI PITTURA SCULTURA E POESIA IVa edizione, MOTIVAZIONE ALLA VITA “VECCHI E GIOVANI TALENTI A CONFRONTO” a ROMA presso il DORIA TEA ROOM (Palazzo Doria Pamphili), con la partecipazione della REGIONE LAZIO –ASSESSORATO ALLE POLITICHE CULTURALI., della GIUNTA PROVINCIALE DI ROMA –ASSESSORATO ALLA CULTURA E ALLE POLITICHE GIOVANILI , del MINISTERO DELL’ISTRUZIONE DELL’UNIVERSITA’ e della RICERCA, della COMUNITA’ EUROPEA – Rappresentanza in Italia.
Il 4 di GENNAIO 2002 le viene conferito dalla Giuria, composta da noti personaggi nel campo della critica d’arte, il PRIMO PREMIO DI PITTURA e IL PRIMO PREMIO PER LA POESIA.(vedi sito internet: http://www.unpoditutto.it).

Nel Febbraio 2002 partecipa al CONCORSO NAZIONALE DI PITTURA “CITTA’ DI BUSSOLENGO” – Comune di Bussolengo- ASSESSORATO ALLA CULTURA – ASSOCIAZIONE “NON SOLO”, presentando due opere pittoriche:”VOLO D’ANGELI” e “SINFONIA CELESTE”, riscuotendo il plauso del pubblico e di critici e artisti.
Nel Febbraio 2002 partecipa alla 19a EDIZIONE PREMIO NAZIONALE S. VALENTINO 2002 “UNA PAGINA D’AMORE – Concorso letterario libero per opere inedite di prosa e poesia- COMUNE DI BUSSOLENGO – ASSESSORATO ALLA CULTURA e ASSOCIAZIONE CULTURALE “NON SOLO”, presentando la poesia “ORA CHE SI APRE IL CUORE”.

Nella Primavera 2002 partecipa alla Mostra Collettiva di Primavera 2002 presso la GALLERIA D’ARTE DI SIENA “PORTA ALL’ARCO”, presentando otto opere pittoriche.
Nell’Estate 2002 partecipa alla Mostra della GALLERIA “ PORTA ALL’ARCO” di SIENA.
Nell’Autunno 2002 partecipa alla Mostra della GALLERIA “PORTA ALL’ARCO” di SIENA .

Novembre 2002 aderisce al Gruppo Culturale Nazionale “LE ARTI” di CORRUBIO DI NEGARINE (VR). IL 09 NOVEMBRE 2002 partecipa alla mostra collettiva organizzata dal Gruppo in Corte Molon , ospitato dalla SECONDA CIRCOSCRIZIONE del COMUNE DI VERONA..

Nel Settembre/dicembre 2002 partecipa al 42° PREMIO SUZZARA “Città e campagna. Frontiere 2002” – indetto dal COMUNE DI SUZZARA (MN) – GALLERIA DEL PREMIO SUZZARA-Sezione a libera partecipazione con l’opera “Ecce homo 2002 – ritaglio”.


Nel Febbraio 2003 partecipa al CONCORSO NAZIONALE DI PITTURA “CITTA’ DI BUSSOLENGO” – Comune di Bussolengo- ASSESSORATO ALLA CULTURA – ASSOCIAZIONE “NON SOLO”, presentando un’ opera pittorica:”S.O.S. petrolio”.
Nel Febbraio 2002 partecipa alla 20a EDIZIONE PREMIO NAZIONALE S. VALENTINO 2003 “UNA PAGINA D’AMORE – Concorso letterario libero per opere inedite di prosa e poesia- COMUNE DI BUSSOLENGO – ASSESSORATO ALLA CULTURA e ASSOCIAZIONE CULTURALE “NON SOLO”, presentando la poesia “VIANDANTE”.

Nel Maggio 2003 partecipa presso l’Ex Arsenale Militare di Verona con il Gruppo Culturale Nazionale “LE ARTI” alla mostra organizzata in collaborazione con il COMUNE DI VERONA – SECONDA CIRCOSCRIZIONE, con quattro dipinti accompagnati da una poesia dal titolo “Natura e Cerere”.


NATURA E CERERE

Confusa tra i fiori
Divinità a colori

Nudità rivestita
Di spighe dorate
Di bacche e profumi

Nella frescura verde
Che rinnova la primavera
Natura che nutre
Desideri d’infinito

Dimentico strade fumose
Città assordanti

Conquisto il colle

Sull’Aventino
Non per fuggire
Ma ritrovare me stessa
E perdermi
In estatica completezza.


Nel dicembre 2003 presenta sette opere e vince il secondo premio al concorso di pittura organizzato dall’Associazione Culturale “ARS CULTURA” in occasione della sesta Fiera Agricola di CEREA –VR- con il dipinto “Anni cinquanta”.

Pubblica le sue opere in numerosi siti in internet rintracciabili con motori di ricerca:Lucia Gardellin.