Biografia

Margherita Rancura dipinge sin dall’infanzia.

Le capacità dell’artista sono cresciute

negli anni attraverso una ricerca personale

di tecniche nuove e diverse sperimentazioni

pittoriche. E’ parte attiva dell’Associazione

Pittori del Delta con la quale ha

preso parte a numerose mostre nei comuni

del Delta del Po. Recentemente ha

partecipato al XIII Premio Internazionale di

Arte e Cultura l’Arcobaleno, alla IX Edizione

di Vernice Art Faire di Forlì, e ha esposto

in gallerie a Milano e Cremona.

Formazione artistica

autodidatta- ricerca personale

Tematiche

le mie ispirazioni artistiche le traggo dalla natura e dai paesaggi che caratterizzano la mia terra oltre che da ispirazioni puramente emotive della mia personalità creativa

Tecniche

dipingo sia a pennello che a spatola usando olio essenzialmente

Valutazione artistica

LA CRITICA



Si tratta di una full-immersion nei territori del

sogno incantato, immagini del desiderio

ripescati nella memoria di luoghi che non

ci sono più. Per questo, forse, si tratta dello

spiraglio di una post modernità che può ancora

essere orientata verso l’idillio, l’amore,

il rapporto con la natura e la pace.

G.L.

L’artista, autodidatta e figlia d'arte, è
nata a Stienta (Ro), vive e lavora a
Porto Viro. Si caratterizza per la
ricerca e la sperimentazione che si
riflette nell’uso di tecniche
innovative, capaci di dare non solo al
colore ma finanche alla tela una
consistenza materica fortemente
espressiva. A questo si aggiunge per
l’appunto un uso del colore che
potremo dire “atmosferico”, in grado
di restituire con le sfumature tonali
una vera e propria ambientazione
emotiva in cui i soggetti divengono
elementi dell’anima.

Rancura crea un universo privato, racchiuso
nel sogno di giardini incantati, nella leggerezza di un pensiero, nell’armonia del colore. Nei suoi oli
filtrati sulla tela come organismi viventi, il fitomorfo annuncia il vero e l’incanto
Barbara Rotta