Biografia

Formazione artistica

MATILDE PORCILE PEZZONI è nata a Genova il 27 marzo 1927. Nel corso della sua vita si è dedicata esclusivamente alla famiglia mantenendo sempre attivo l'esercizio pittorico condotto con estrema riservatezza.. Ha frequentato il corso di pittura dell'Accademia Ligustica di Belle Arti nel periodo 1974/78 e negli anni '80-81 i corsi liberi di ceramica presso la Scuola Civica Duchessa di Galliera.

Tematiche

riportiamo alcune recensioni:
ANGELO ROSSI :
........Abbandonati o quasi i suggestivi temi del paesaggio urbano e trasformata la sottile ricerca di pelli architettoniche, l'artista ha ammorbidito, allegerito, fatta trasparente la gamma dei suoi colori e quella luce che prima era vista riflessa dalle superfici ora è intesa quale flusso penetrante , creatore di spazi iridescenti ove qualche volta la materi guizza veloce o si manifesta per punti o grumi. Si realizza cosi una pittura fine, silenziosa, delicatamente figurativa con un impianto di fondo impressionistico ma realizzato tuttavia e dominato da un saldissimo e personale segno di stile. la pittrice ha quindi fatto questo passo che l'ha portata dalla evocazione di un passato che invecchia negli espressivi impianti urbani, alla riscoperta di una giovinezza che non ha fine nel costante riproporsi vivo e splendente della natura.

EMILIA MARASCO :
Matilde Porcile Pezzoni prova se stessa con il rigore tecnica della professionalità ed una creatività che sembra urgere, premere per l'espressione delle sue possibilità creative. L'omogeneità nelle diverse fasi della sua pittura è allora in questo entusiasmo "neofitico" che conduce l'artista a rielaborare creativamente ogni brano di esperienza.....ma soprattutto la città. L'artista studia e osserva l'ambiente urbano sotto un'angolazione inconsueta: le trasformazioni edilizie e ne coglie la condizione del mutamento, come momento preciso in cui lei si configura nell'incertezza del passato e la curiosità del futuro.....

FELICE BALLERO :
L'artista esplica una scrittura franca e corposa, tenera e incisiva...il tutto risolto con notevole senso impaginativo e sentimento del colore; ed il colore, sempre usato nella giusta calibratura, crea volumi, atmosfere, testimonianze di vita I contenuti sono poi confortati dalla perizia tecnica, di grande forza espressiva della protagonista

MINO LENUZZA :
E' una pittura eminentemente coloristica, governata dalle regole più colte e raffinate delle coerenze, dei rappoeti cromatici. Non istintiva ne mossa da banale, fragile sensibilità, al contrario, solida e voluta. Quì si riscontra che il colore è più logico del disegno stesso Nei dipinti di Matilde Porcile il colore infatti domina, ma non straripa. E' pur sempre il risultato, severo ed intenso, di un fatto d'arte.
GERMANO BERINGHELI :
Protratta in anni di lavoro la pittura di Matilde Porcile Pezzoni ha mostrato, più volte, i passi che muoveva, con riferimenti trepidi ed emozionati, verso il paesaggio. Lo stesso esplicito dire e ridire, sottolineato da un dipingere che non ha disdegnato la cultura e l'intima ragione spirituale delle cose visivamente accolte, è palese, ora e quì, negli sviluppi di una passione vissuta in modo appartato eppure in grado di perseguire a fondo le proprie convinzioni
GIANNINA SCORZA :
L'artista è fautrice di un lessico di visionarietà che mira alla rivisitazione di condizioni di realtà e ambiente urbano. Le sue immagini - di struggente e panica valenza ispirativa - non vanno intese come gli effetti di una formula descrittiva, oculata e di acuta osservazione eventica : bensì come ideali e topiche "icone" di un autentico amore, compenetrazione, esaltazione del rapporto interagente fra emozione e rimpianto, con luoghi divenuti sede della memoria e della dolente passione del ricordo "d'antan".

Bibliografia

"Segnali Artisti Contemporanei" di Felice Ballero -Edizioni Pirella 1986
"Colore e materia-Pittori e Scultori del Premio Arte1994"-Edizioni Giorgio Mondatori
"Repertorio Illustrato degli Artisti Liguri" di G. Beringheli DeFerrari Editore 1995
"Antiquariato e Collezionismo in Liguria"-DeFerrari Editore 1997"
Gli Artisti Liguri dell'800 e del 900" in CD Rom 1998
Dizionario degli Artisti Liguri" di G.Beringheli -DeFerrari Editore 2001-2006-2009
E' inserita nell'Archivio dell'Arte Italiana del '900 del Kunsthistoriche di Firenze

Attestati / Premi

Collettive e Premi
MOSTRE COLLETTIVE
1983 -premio all'8° concorso regionale "Voltri nell'arte e cultura" (coppa )1983 –
1° Mostra di Pittura Estemporanea Promontorio di S:Pier D'Arena (coppa)1983 –
"Altavalpolcevera un ambiente da riscoprire" (coppa)
1984 –
"Biennale di Pittura" Palazzo C.R.I.-Campomorone
dal 1984 al 2001 "Forma e colore" Amici di Albaro - Genova
1988 - Premio Città di Santa Margherita Ligure - S.Margherita Ligure (coppa)
1989 - Rassegna Unitaria d'Arte - Loggia della Mercanzia - Genova
1991 - "Musica Forma Colore" Centro civico Buranello - Genova
1993 - "Quando l'Arte è donna" Centro Taralli Carige - Genova
dal 1991 al 1999
"Rassegna Premio C.Colombo" Ass. Italo Americana (premio al paesaggismo)
1995 - "La tavolozza di Montale" Ordine degli Architetti – Genova
1996 -"Artisti per la solidarietà" Chiostro di San Matteo – Genova
1997 - "Incubi Privati e Pubbliche virtù" Palazzo della Prefettura – Genova
1998 - "Acqui e le sue Chiese" Ciesa di S.Caterina - Acqui Terme (coppa) 2000 –
"Colori in festa" Arenzano
2000 -

"Paesaggi e marine" Galleria d'Arte "Il Leudo"- Genova
2000 -

"sorella Acqua" Sala delle Compere Palazzo San Giorgio - Genova 2000 -

"l'UCAI per il Grande Giubileo" Chiostro del Quadrivium - Genova 2001 -

"UCAI Rassegna di Pittura e Scultura" Centro civico Buranello 2005 -

"Casa d'Aste Boetto" Via Garibaldi 3- 2005
"Casa d'Aste ART" Piazza Campetto 2 2005 -



mostre personali
E.P.T Proloco –Bogliasco 1987
Centro d'Arte e Cultura "Liguria "Palazzo Cattaneo Mallone - Genova 1990
Associazione Italo Americana - Palazzo Cattaneo Adorno . Genova 1991
Antico Castello - Rapallo 1993
Galleria d'Arte "Il Leudo" Santa Margherita Ligure 2002
Galleria d'Arte "Il Leudo" Genova 2003 2004
Associazione Culturale SATURA 2004