Biografia

Nota biografica

Stefania Sergi è nata nel 1962 a Cagliari.
Nel 1981 a 18 anni, si trasferisce sola a Roma, lavora e studia, prima psicologia e poi scienze dell'educazione.
1988 si trasferisce a Wetzlar, in Germania, frequenta gli ambienti artistici, vive il fervore artistico del neo-espressionismo della Neue Wild. Attraverso la ricerca del nuovo figurativo medita su nuovi orizzonti, come la soggettività, l'aspetto selvaggio, e un modo per superare la freddezza intellettuale dell'arte concettuale. In questa fase realizza quadri di grande formato, dove la figura femminile narrata in codice privato, con colorazione forte ed emotiva quasi come confessione permissiva si fa strada come approccio spontaneo e gestuale.
1991 promuove con un gruppo di artisti amici una manifestazione artistica contro la guerra nel Golfo, sono di quel periodo i corpi senza vita buttati per le strade di Wetzlar e grandi quadri di protesta realizzati in sinergia con diversi artisti.
1993 è chiamata a rappresentare l'Italia con la sua arte ad un Simposio Internazionale a Plovdiv, in Bulgaria, qui viene fortemente impressionata dall'arte bizantina, l'aspirazione dell'uomo verso il divino, molte opere successive porteranno quest'impronta, con suggestive pennellate rosse e molti caratteri dorati.
1994 si trasferisce di nuovo a Roma, vince al Palazzo Barberini con il “ Trittico “ il premio nazionale “natura è poesia”. In questo periodo dopo una pittura figurativa, inizia ad emergere una pittura materica, sono di questo periodo le tavole in pitto-scultura graffiate. E' un periodo abbastanza fecondo, come lei stessa si descrive “Il tempo è adesso, il cuore indica e la mano realizza “.
1995 realizza un murale “ Transazioni “ figure antropomorfe di passaggio, nel parco prenestino di Roma, dipinge i corpi di 5 attori per la rassegna artistica Porfirio Villarosa.
1996 dipinge all'interno di una scuola romana, Amendola, assieme a dei ragazzi le pareti, le porte i mobili di un aula, come gesto simbolico e rappresentativo di una presa di posizione da parte dei ragazzi nel confronti del sistema scolastico rigido e privo di sensibilità per l'arte.
La ricerca artista prosegue su vasta scala, dipinge la figura di 5 metri della dea madrea e la lascia volare sopra la spiaggia di Castel Porziano a Roma, le mostre proseguono in italia Rimini e all'estero.
1997 ritorna in Germania e continua con le mostre e la sua ricerca, inizia con le prime sculture e approfondisce i legami con altri artisti, René Schacon e Gustavo del Rio.
1999 vive e lavora ad Arezzo, qui prosegue con dei lavori ispirati alla sua terra natia, realizza la serie di sculture Tanit.
2003 al 2007 come docente esterno dell'istituto d'arte insegna l'arte dei murales e dipinge con gli studenti diversi pannelli di grande formato. Attraverso il suo Atelier d'arte Tanit instaura un rapporto di collaborazione con l'istituto d'arte e insegna a bottega alle classi.
2007 dipinge un murale nel campo di baseball di Arezzo, in aperta campagna su di un muro di 150 metri.
2008 partecipa con tre opere alla Quadriennale d'arte Contemporanea “Leonardo da Vinci”, ottenendo un'ottima valutazione dalla Commissione Critica, e dall' unione europea esperti d'arte Lucia Bonacini, Francesco Guidotti, Giancarlo Alù.
2009, si dedica all'arte digitale e pubblica il suo primo libro di poesie Semi-Nata.
2010 presente alle aste europee, nelle sale della International Gallery Mondial Art, Olbia In Sardegna, più di 500 artisti di tutto il mondo.
2010 è invitata dal critico curatore Ugo Magnanti a leggere i suoi testi poetici di Semi-nata in duetto con 12 poeti toscani e romani. Una sorta di innesto fra pronunce e stili diversi, un ascolto saturo, contemplativo, oltre i significati della comunicazione esplicita, un inseguimento della parola come contingenza imprevedibile, come tragitto tra percezione e incoscienza, come diversa comprensione di realtà, nella Libreria Edison Bookstore di Arezzo.
2011, mostra internazionale “ I Semi del Cambiamento” realizza assieme all'artista Gerardo Gallifoco l'installazione di un grande seme nella terra illuminato da lampade a neon rosse, “Origine dipendente“, nell'Atrio d'Onore della Provincia di Arezzo.
Le sue opere si trovano : Galleria Nazionale di Plovdiv, Centro Kaikan Francoforte, Collezioni private :Parigi, Wetzlar, Roma, Arezzo, Cagliari, Colonia, Mosca.

Di lei hanno scritto : Franco Ruinetti ( Rimini), Valentin Gestberger(Wetzlar Ger), Janine Wolkewitz(Giessen Ger), Gabriella Basili( Roma), Peter Krauss(Braunfels), V. Napiontek(Wetzlar), BirgittaM. Schulte(Giessen).

Pubblicazioni
Ha pubblicato nel 2009 “Semi-nata”, per Omero Poeti Contemporanei, Edizioni Ismeca.
“Questo esserci”, collana gli Emersi, edizioni Aletti 2011.
Finalista al 6° Concorso Internazionale di Poesia-Autori per L'Europa 2008.
Dentro l'arte sono nati Jana nel 1981 e André nel 1993, attraverso la vita trovo costante ispirazione e continuo a stupirmi.


























Bibliografia









Stefania Sergi
Pittrice, scultrice, poetessa

Personali

1991 Galleria Neue Kunst “ Fragmente “ Wetzlar, Germania
1992 Hauss des Gastes “ Kunst und Leben ” Braunfels, Germania
1994 Galleria Buch & Kunst “Iknos 1.2.3 Wetzlar Germania
1997 Casa della cultura delle donne “ Estate Sarda Grazia Deledda ” Giessen, Germania.
2002 Centro Affari e Convegni “ Imprese di Donne “ Arezzo
2004 G.Loft “ Semi-Nata “ Arezzo
2005 Tanit studio d'arte “ Permanente “ Arezzo
2006 Il Chiodo “ Variazioni “ Arezzo


Collettive

1991 Artisti contro la guerra nelle piazze della città di Wetzlar, Germania
1991 Galleria Neue kunst “ Feuerhimmel “ Wetzlar Germania
1991 Siemens Schule “ Bilder gegen den krieg “ Solms, Germania
1991 Estemporanea, “ Wetzlare kulturwochen in Kornmarkt “ Wetzlar, Germania
1993 Hauss des Gastes, Braunfels, Germania
1995 Galleria Spazio Visivo, Roma
1996 Galleria Il Ponte, Roma
1996 Galleria Horti Lamiani, Roma
1996 Galleria Malatestiana, Rimini
1996 Palazzo Barberini, “ Natura è Poesia “ , Roma
1996 S.M.A.R.T. Esposizione Internazionale, Francoforte, Germania
1997 Galleria La Fenice “ In Attesa “ Roma
1997 Glass Galerie “ Ehrliche Bilder “ Francoforte, Germania
2002 Sonnenschein Anlage, Solms , Germania
2003 Haus des Gastes , Kunstler Kreiser, Braunfels, Germania
2003 Palazzo Scoloppi , Castiglion Fiorentino, Arezzo
2004 Convento dei Cappucini, Barumini, Cagliari
2005 Palazzo Chianini Vincenzi , “ Segni Concreti “ aiuto per lo Tzunami, Arezzo
2005 Bastione di S. Spirito “ Donne interpreti del loro tempo “ Arezzo
2011 Atrio della Provincia Arezzo, Semi del Cambiamento, installazione “Origine Dipendente” .
2011 Museo Gracco, Pompei
2011 Castello Medievale Agropoli
2011 Galleria D'Annibale Vallicana, Arezzo
2011 Centro Affari e Convegni, Chimeraarte, Arezzo
2011 Museo Magma Enigma, Arte Sacra, Roccamonfina (CE)


Internazionali

1993 Rappresento l'Italia al Simposio Internazionale di Pittura a Plovdiv, Bulgaria
1995 V° Raduno Internazionale degli Aquilonisti, dipingo e lascio volare “ La Dea Madre “ Castel Porziano, Roma.
1996 III°Raduno Aquilonisti, dipingo e lascio volare “ La Maschera “ Braunfels, Germania
1997 Horizont, Rassegna di artisti internazionali a Friedberg, Germania.
2008 Quadriennale “Leonardo da Vinci “, Roma.
2010 International Gallery Mondial Art, Olbia.




Pittura murale e altro

1995 Realizzo Body Art ( dipingo i corpi nudi di 5 attori ) e Murales scenografici per lo
spettacolo Krakatoa, Rassegna Porfirio Villarosa, parco Prenestino,Roma
1996 Realizzo i Murales “Muri Aperti” con i ragazzi della Scuola Media Amendola, Roma
2003 Realizzo i Murales i “Dialoghi”Con gli studenti sezione orafi dell'Istituto d'Arte, Arezzo
2004 Realizzo i Murales “La gioia di vivere” con gli studenti sezione beni culturali dell'Istitutd'arte,Arezzo
2007 Dipingo un Murale di 150 m “ A cielo aperto “ nel Centro di Baseball di Arezzo