Biografia

Tematiche


Bibliografia

Teorema segue un sogno, quello della ricerca della prima evoluzione artistica al di fuori di schemi e condizionamenti, tornando all'inconsapevolezza e alla disponibilità totale dell'età fondamentale, l'infanzia, incontra così Teoremino e si trasforma in lui...trova la sua tavolozza mentale, il suo spazio, e lo intitola Progetto Spaziale..lì... in quello spazio senza tempo, con quella entità mai nata... e che, quindi, mai potrà invecchiare, incontra nuovi mondi, nuove forme di vita. Sono mondi nati nel cassetto, dalle fantasie liberate dalla ragione, subordinate solo alla sua esuberante creatività e ricca e profonda sensibilità. Nasce quindi, questo piccolo Teoremino.
>
> Teoremino è il sogno che si trasforma il realtà e trasforma la realtà in sogno... in uno spazio senza spazio, senza collocazione, ma che mantiene sempre una dimensione spaziale.
>
> La pittura e la fotografia di Teorema, che prende vita e forza in questo specifico caso dal piccolo Teoremino, è sicuramente informale, egocentrica e spaziale... in quanto occupa tutto il nostro spazio emotivo, ci avvolge e ci avvicina al nostro più nascosto desiderio di tornare a farci cullare da segni e colori, farci prendere per mano e subire l'incantesimo, senza condizioni, senza canoni soffocanti di indiscutibili interpretazioni, perché là dove persiste sulla terra il bisogno di collegare ogni significato ad un relativo significante, questo mondo spaziale ci permette di evadere, di staccare gli ormeggi che ci legano alla ragione per lasciarci trasportare in una realtà spaziale dove tutto è ancora ignoto e ricco di promesse, di future scoperte, di stimolanti suggestioni.
> Quindi Teorema ci chiede di scoprire assieme a lei e con la fondamentale
> complicità del piccolo Teoremino i segni di un mondo nuovo.