Biografia

Nicoletta Faggion è nata e cresciuta in provincia di Vicenza e diplomata nel 1992 presso il Liceo Artistico della sua città.
Dopo gli studi liceali, prosegue in forma privata un’incessante sperimentazione per trovare una forma d’arte personale provando varie tecniche ed espressioni artistiche sperimentando la materia.
Fra le prime esperienze creative vi è l’arte plastica per mezzo della terra semirefrattaria e altre tipologie di argille tra le quali la maiolica e la terra rossa, usando grane più o meno grezze.
Il desiderio d’innovazione e curiosità personale sono derivati dal bisogno di esternare la propria emotività, che l’ha portata a un continuo studio fino a spostare il proprio interesse per altri materiali e tecniche artistiche, in linea con il percorso di studi nel campo del restauro, e di ricerca tecnica personale, collaudata negli anni precedenti. Le sperimentazioni sono basate sulle differenze di materiali, sulle texture delle superfici o per elaborazioni del colore con cromie differenti, con contrasti lucidi e opachi fra lo sfondo del supporto e il dripping sovrastante, o con matericità ben visibile con rilievi accentuati. Utilizza molti materiali di tipo diverso e sperimenta le tecniche pittoriche antiche, con pigmenti e leganti di base naturale, animali o vegetali, ancora utilizzate nel campo del restauro e che ricordano il percorso precedente, o la trasposizione, in un rilievo 3D, dei suoi lavori su carta, utilizzando materiale plastico biodegradabile (PLA) in linea con il suo pensiero ecologico e di riciclo dei materiali nella vita quotidiana.
I suoi lavori, sul piano visivo, sono essenzialmente basati su forme semplici, su una uniformità cromatica del fondo e un unico colore per le gocciolature. I segni del dripping, sono semplici e diretti, istintivi ma dosati nel movimento lineare e razionale, con cadenza ritmica che ben rappresentano la gestualità e l’essenza dell’anima, è la scrittura di un linguaggio emotivo che si lascia all’espressione di un movimento rituale di meditazione interna fissando le emozioni positive.
I segni creati con il dripping provengono dal desiderio di fissare concetti e simboli fondamentali negli esseri viventi, presenti fin dalle epoche più antiche e contesti differenti, e che rappresentano importanti pensieri con immagini semplificate di nozioni matematiche, fisiche, religiose, astronomiche e molti altri. Le sue opere sono pezzi unici e alcune appartengono a collezioni private in Italia e all’estero.
Dal 2001 inizia ad avere un confronto con il pubblico in molte mostre nazionali e internazionali fra le quali : Studio Elle (VI) 2004; Basilica Palladiana (VI) 2004; VI salone d’arte moderna e antiquariato Pordenone fiere (PN) 2006; Galleria Primo Piano Arte Studio (VI); Oratorio della Barchessa (Limena, PD); Villa Mezzalira (Bressanvido – VI); Giornata dell’arte contemporanea per AMACI – Studio Elle (VI) 2011; Villa Pisani (Stra – VE); Palazzo del turismo (Montegrotto Terme-PD); Villa Contarini dei Leoni (Mira – VE); Centro culturale S. Vidal (VE) 2012; Biennale Internazionale d’Arte di Asolo (Asolo – TV) 2012; Galleria Albatros (Roma termini); Villa Malbuton (Mortegliano – UD); Museo Faggiano (Lecce); Arte Cremona 2013; Spazio Casa (Vicenza) 2013; Unica fine art expo (Modena) 2013; AAM Arte Acessibile Milano 2013; Galleria La Pigna (Palazzo Pontificio Maffei Marescotti – Roma); Art Shopping Parigi-Carrousel du Louvre 2013; Crisolart Gallerie (Barcellona) 2013; Galleria Quadrifoglio (Rho-MI); Galleria Chiatamone57 (NA); Casa dei Carraresi (TV); Qu.Bi media Gallery Palazzo Braga Valmarana (VI); Presente a Fiera Arte Padova (PD) dal 2011 ad oggi; Centro Culturale San Vidal (Venezia); Castello Inferiore di Marostica (Vi); Art Parma Fair 2019; Expoarte 2019 (Montichiari – BS); Palazzo Rolli-Saluzzo – Genova; Palazzo della Cancelleria del Vaticano (Roma); Studio Elle (VI) in collaborazione con il GAMEC di Bergamo per AMACI – 2019; Museo Diocesano Francesco Gonzaga (Mantova); Fiera Contemporanea 2019 (Forlì); Galleria Celeste (Vicenza); Spazio Tolomeo (Milano); Spazio SV – Centro Espositivo San Vidal (Venezia); Museo Luigi Bellini (Firenze); Art Parma Fair 2020; Spazio 212 Bologna 2020

Formazione artistica

-Diplomata nel 1992 presso il Liceo Artistico Statale A. Martini di Vicenza.
-Corso triennale di restauro di Beni Culturali a Vicenza

Bibliografia

- Rivista IKON di ottobre/dicembre 2008
- Rivista bimestrale “International Urbis et Artis” di marzo-aprile 2012
- Fra tradizione e innovazione-Artisti europei da non dimenticare - 2012
- Agenda dell’Arte 2013 - pubblicata da U&A
- Rivista bimestrale “BiancoscuroArtMagazine ” n.34, n.36, n.37
- Arte Cairo Editore n. 560 di aprile 2020 nella rubrica “Vetrine Critiche”
- Rivista Numero 0 “Arte e illusione, da Arcimboldo a Dalì e contemporanei” edito da Studio d’arte e dintorni
- Catalogo d’Arte Moderna - CAM n.56 Editoriale Giorgio Mondadori
- Arte e tempo. Vol. 1: Da Leonardo da Vinci ai giorni nostri a cura di Arpinè Sevagian; Passerino Editore

Attestati / Premi

Attestati di partecipazione:
- Trastevere in Arte, artisti a cielo aperto(VI); 2003/2004/2005/2007/2009
- Il risveglio dell’arte (Limena, PD); 2009/2010/2011
- Il richiamo della foresta - Villa Pisani (Stra - VE); 2012
- Premio Beppi Spolaor – Villa Contarini dei Leoni (Mira – Ve); 2012
- Biennale Internazionale d’Arte di Asolo (Asolo – TV); 2012
- Rinascimento contemporaneo” Palazzo della Cancelleria del Vaticano – (Roma); 2019
- Viaggio con l’arte – Galleria Celeste (Vicenza) e Spazio Tolomeo (Milano); 2019
- Museo Luigi Bellini (Firenze); 2020
- Spazio Espositivo Dueunodue (Bologna) 2020