Fava e la città di Milano

Pochi artisti avrebbero potuto affrontare e risolvere tanto felicemente il viaggio all'interno dell'anima della metropoli lombarda.
I monumenti sono proiezioni delle figure in un contesto scenografico ritmico e gestuale laddove i piani sono emanazione della musicalità innata dell'artista. La facilità disegno, la personalissima impostazione suggellano la raggiunta maturità.

di Antonio Maria Pivetta
Professore, storico del'arte
2000

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Adriano Fava) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio