Loading

Come studiare l'arte contemporanea, Saggistica

come-studiare-l-arte-contemporanea

Ci sono sostanziali differenze nello studio dell’arte antica e di quella contemporanea. Non si tratta tanto dell’analisi delle opere in sé, quanto dell’ambiente in cui ci si trova ad operare, inteso in senso molto ampio. Le opere di un artista antico sono numericamente molto limitate e si collocano in genere all’interno di una corrente artistica e culturale e di una storia già nota. Oggi invece un artista è sostanzialmente un battitore libero e più che testimone della società è testimone di se stesso all’interno della società. Questo rende molto difficile accorpare più artisti all’interno di un unico filone e quindi costruire un quadro d’insieme. Inoltre sono disponibili moltissime informazioni dettagliate su ogni artista, sui suoi lavori, sulla sua collocazione politica e sociale, sui suoi clienti. Anche l’idea di una certa uniformità dei suoi lavori è un mito perché ci sono artisti che portano avanti diverse tipologie e non solo nel tempo. Questo rende molto più impegnativo lo studio di un artista. Inoltre le figure che gli ruotano intorno (critici, galleristi, collezionisti) sono in continua evoluzione. Tutto questo è frutto di una società in forte movimento che tra l’altro estende ad altri ambiti i concetti che erano tipici dell’arte (per esempio il futurismo, che ha influenzato anche la moda, il teatro, ecc.). Crispolti cerca di sistematizzare questi aspetti per aiutare il lettore a muoversi in un mondo molto complesso e in continuo cambiamento.

Il libro è disponibile!

Vai al sito dedicato per ottenere maggiori informazioni e acquistare una copia del libro.

acquista
  • Titolo del libro:Come studiare l'arte contemporanea
  • Categoria:Saggistica
  • Autore:Enrico Crispolti
  • Editore:Donzelli
  • Anno di pubblicazione:2012
  • ISBN:978-88-6036-374-9
  • Prezzo:€ 14,00

Torna ai libri

LASCIA UN COMMENTO / SCRIVIMI

PRIVACY
Pubblico (mostra in questa pagina)
Privato (invia solo a Antonio Zenadocchio)
Sei un utente reale?
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio