Loading

Noir Fascination - Collettiva d'Arte organizzata da Gigarte

noir-fascination-collettiva-d-arte-organizzata-da-gigarte

Paul Armfield in concerto al MOA di Eboli

Il MOA – Museum of Operation Avalanche e Revolver Concerti presenteranno
Giovedì 25 Maggio il concerto dell’inglese Paul Armfield nel suggestivo chiostro del museo di Eboli, in collaborazione con Mo’art, Associazione Sophis e Gigarte Portale d’Arte.

Armfield, al suo secondo tour italiano, è considerato uno dei più raffinati ed eleganti cantautori indipendenti degli ultimi dieci anni, una sorta di culto per tutti gli appassionati del folk in grande stile ma anche del jazz, del bluegrass e della gipsy music.

Nato a Birmingham e cresciuto seguendo una dieta di rock’n’roll, Elton John, Black Sabbath e Sinatra, Paul si è trasferito sull’isola di Wight all’età di dieci anni, dove ha iniziato a suonare il basso ed è entrato in un gruppo punk. Per anni ha suonato un po’ di tutti i generi e dopo essere tornato sull’ isola nei primi anni 90 per sposarsi, a seguito di vari anni in giro per l’est Europa, ha messo su casa e ha aperto una libreria. Nel 2003 ha pubblicato il primo dei suoi album, prodotto da Ian Caple (Tindersticks, Suede, The Divine Comedy, Tricky, Yann Tiersen), ottenendo lodi e riferimenti, con una voce che rimanda a Cat Stevens e Nick Drake e una musica che è perfettamente descrivibile come folk noir. Grande fan di Scott Walker, si è lungamente ispirato anche a Jacques Brel, riuscendo a rimanere in equilibrio tra Americana, Chanson francese e folk inglese.

Nel 2015 ha pubblicato il suo settimo album “Found” (PSA Records), una suite di canzoni ispirate ad una serie di fotografie trovate in un mercatino delle pulci a Berlino.

Tale aneddoto ha dato oggi spunto alla realizzazione di una mostra che facesse da cornice al concerto.

Infatti il MOA inaugurerà alle ore 21.00 della stessa sera “Noir Fascination“, collettiva di fotografia ideata ed organizzata da Rossana Buccella per GIGARTE, l’archivio internazionale delle arti contemporanee.

“Storie di vita in bianco e nero, a scacchi, condite con caffè e sigarette”, questo il tema centrale di “Coffee and Cigarettes”, pellicola cult di Jim Jarmusch che ha ispirato la mostra. La collettiva sarà incentrata sul sapiente uso del bianco e nero, che scontorna l’universo fuori dall’inquadratura della macchina fotografica e che ci rimanda ad un mondo burlesco, a volte grottesco e surreale. Ogni tavola esposta sarà composta da nove scatti pensati per funzionare da soli e per costruire “insieme” un’opera sempre aperta.

Artisti in mostra:

Paola Ottaviani – “XY”
Myrko Iovino – “White Flag”
Monica Moserle – “Mystic skin”
Emanuela Calabrese – “Fil Noir”
Alexandra Di Donato – “Caffè e sigarette”

[NEXT by Redazione]


Indirizzo suggerito: Segui l'evento

Informazioni sull'evento

  • Quando? Terminato domenica 04 giugno 2017
  • Dove?via Sant’Antonio, 5, Eboli, (Salerno)

TORNA ALLE NEWS

LASCIA UN COMMENTO / SCRIVIMI

PRIVACY
Pubblico (mostra in questa pagina)
Privato (invia solo a Gigarte)
Sei un utente reale?
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio