2005

Collettiva "OTTOARTE"

OttoArte, la poetica della ribellione
Torna l'appuntamento con la manifestazione organizzata da Gian Carlo Canepa

È come sempre un gradito ritorno. Una conferma. In una provincia che dimentica le iniziative culturali, che progetta e che spesso, troppo spesso, lascia tante incompiute. E non soltanto quando si tratta di parcheggi. Bene, in questo clima diffidente e difficile, constatare che anche quest'anno si svolgerà, a Ferentino, l'appuntamento con OttoArte, è una bella notizia. Come sempre progettata e diretta da Gian Carlo Canepa, presidente dell'associazione culturale «Il Cartello per la promozione e la diffusione delle arti», con la collaborazione di Antonio Coppotelli, Marco Infussi, Alberto Spaziani, Mina Colagiacomo e Tony Ricca, e il patrocinio della Regione Lazio e delle amministrazioni provinciale di Frosinone e comunale di Ferentino, la manifestazione animerà il centro storico di Ferentino. Dall'8 al 16 ottobre una cinquantina di artisti tra pittori, fotografi, installatori, musicisti, pittori, poeti, scrittori e performer (con in più la partecipazione dei centri di riabilitazione psico-sociale di Ferentino e Frosinone), secondo un solco ben definito tracciato nel corso degli anni da OttoArte, andranno a scavare nella «Poetica della ribellione», filo conduttore dell'edizione 2005, «per estrinsecare compiutamente - parole del direttore artistico Gian Carlo Canepa - il loro essere ribelle nei confronti di un mondo sempre meno propenso alla poesia, in quanto più proteso all'appiattimento dei sentimenti, all'arricchimento di pochi a svantaggio di miliardi di poveri, allo svilimento dei valori umani più nobili, al depauperamento ecologico del pianeta terra. Ed è per questo che la "poetica della ribellione" diventa argomento di intensa attualità da vedere, ascoltare, discutere e più che altro partecipare. Un altro motivo che ci ha spinto a proporre la tematica della ribellione è vedere Ferentino, città d'arte e cultura (come recitano alcuni suoi cartelloni), incapace di liberarsi dalle ragnatele dell'inerzia. OttoArte è l'unica manifestazione sopravvissuta nel panorama culturale di Ferentino. L'assessore alla cultura Antonio Pompeo l'ha capito e nonostante la mancanza di fondi per finanziare attività e manifestazioni artistiche/culturali si è impegnato, insieme all'amministrazione comunale, per la riuscita di OttoArte mettendo a disposizione spazi, strutture, attrezzature e personale». L'inaugurazione è prevista sabato prossimo alle ore 17.30 a porta Montana, con il raduno degli artisti e la visita ai luoghi di OttoArte. Seguirà la presentazione delle iniziative in programma, degli artisti e del percorso «amaranto» (il colore guida del tracciato lungo il quale i patecipanti presenteranno le loro opere). L'appuntamento con arte, musica e poesia continuerà tutti i giorni fino a domenica 16 ottobre. Buon viaggio...

Collettiva “OTTOARTE” – La Poetica della Ribellione
di Giancarlo Canepa

Con la Poetica della Ribellione gli artisti hanno l’occasione di estrinsecare il loro “essere ribelle” nei confronti di un Mondo sempre meno propenso alla poesia, in quanto più proteso all’appiattimento dei sentimenti, all’arricchimento di pochi a svantaggio di miliardi di poveri, allo svilimento dei valori umani più nobili, al depauperamento ecologico del Pianeta Terra.
Ed è per questo che LA POETICA DELLA RIBELLIONE diventa argomento di intensa attualità da vedere, ascoltare, discutere e più che altro partecipare.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Emilia Di Stefano) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio