2009

NUA (New Unknown Artists) - L'arte amorosa
CIRCOLO DEGLI ARTISTI
______________________________________
L’evento, articolato in varie sessioni annuali, catalizza intorno a sé in un clima di creativa contaminazione le opere di più di cinquanta artisti professionisti emergenti anche se non ancora “famosi” (NUA è l’acronimo di New Unknown Artists), ed è giunto alla sua 6 edizione con una notevole partecipazione sia di pubblico che di addetti settore (1200 visitatori nell’edizione di giugno 2008).
L’arte non è un hobby, ma una necessità», questa la convinzione con la quale il giovane compositore Roberto
Fiore ha creato NUA – L’ARTE AMOROSA, la cui edizione estiva si svolgerà al Circolo degli artisti di Roma il 28
Giugno prossimo.
L’evento, articolato in varie sessioni annuali, catalizza intorno a sé in un clima di creativa contaminazione le
opere di più di cinquanta artisti professionisti emergenti anche se non ancora “famosi” (NUA è l’acronimo di New
Unknown Artists), ed è giunto alla sua 6 edizione con una notevole partecipazione sia di pubblico che di addetti
settore (1200 visitatori nell’edizione di giugno 2008).
Nella prima edizione estiva del 2009 si svolgeranno vernissage di pittura, scultura, fotografia, grafica e video
arte, ai quali seguiranno rappresentazioni di musica e danza: uno spazio-tempo per presentare, gustare e discutere
di un’arte sconosciuta ai più, «l’arte dei giovani che vivono la vita di tutti, parlano con la vita di tutti, sentono la vita di
tutti, creando qualcosa per tutti». Livia Profeti.
L’arte di più di 50 artisti, tra cinema, musica, pittura, scultura, grafica, video arte.
L’arte sconosciuta, cercata, vissuta, sudata nel tempo.
L’arte che inizierà pittura e poi diventerà musica e poi video e poi teatro ed ancora cinema.
L’arte dei giovani, che vivono la vita di tutti, e parlano con la vita di tutti, e sentono la vita di tutti, creando
qualcosa per tutti, e partecipando in una notte ad una festa.
L’arte dei suoni, l’arte delle immagini, l’arte dei suoni che fanno le immagini, l’arte delle immagini che usano
i suoni, l’arte del corpo che fa i suoni e usa le immagini.
L’arte della luce, del colore sotto la luce, del movimento che è fatto di luce, del suono che diventa luce e
immagine.
L’arte per cui valeva la pena di fare qualcosa.
Roberto Fiore
NUA Artistic Director

Opera di riferimento

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Emilia Di Stefano) Commento pubblico o privato
Cliccando su "invia il messaggio" accetto che il mio nome e la mail vengano salvate per la corretta erogazione del servizio