Biografia

Nato a Brescia nel 1960.

Utilizza la sua formazione tecnica a supporto del percorso astistico.
Dal 1999 segue una ricerca di metodo fatto di tecnicismi e armonie, di studi e sperimentazioni.
Predilige il legno come elemento modellabile e lo caratterizza con giochi geometrici.
Sostituisce il tratto generato dal pensiero con incisioni regolamentate da algoritmi matematici.
Ricerca costantemente formule matematiche ispirate a metodologie studiate da matematici del XVIII secolo.
Modella le grafie generate per dare profondità alla scultura.
E' il modo per sintonizzare la percezione visiva e tattile dell'osservatore con le sue sensazioni del creare e del fare.

Lavora, studia, ricerca e sperimenta a Flero (Brescia)

per approfondire http://flaviopelle.wixsite.com/flaviopellegrini

Formazione artistica

Ricerca e sperimenta dal 1999 nuove tecniche scultoree.
Lo studio lo ha condotto all'utillizzo dell'informatica e della tecnologia.
Il dinamismo delle opere, legate all'incidenza della luce, è l'aspetto preponderante di ricerca;
la matematica armonica, non il tratto istintivo, è alla base dell'evoluzione artistica.

Tematiche

Astratto geometrico

La superficie modulata, che catturata e riflette la luce,
deve far sorgere spontaneo il desiderio di ricercare nuove visuali e di accarezzarla

Tecniche

Utilizza il legno come materia dominante per le sue opere.
Predilige il nero
Creazione matematica dell'opera
Scultura programmata

Bibliografia

catalogo PREMIO Ghidoni 2015
catalogo Tendenze armoniche AAC 2016
catalogo Sintropie Ginevra 2017
catalogo Nero espressivo Milano 2017
catalogo Non ho tempo 2018



Attestati / Premi

in finale al Premio Ghidoni 2015