Pensieri.

LA VITA., 2008

Quei quadri,
le sculture,
i colori,
la finestra,
il caffè,
il vetro,
il muro,
il cielo,
le nuvole,
lontane stelle,
galassie,
tutti volevano esser detti,
divenire suoni,
pensati.
Hanno atteso secoli,
tra spade,
morti,
conquistadores
col mio cognome,
Attendere un vano sogno
fatto di sabbia.
Mai sapranno
del tempo vissuto.
La sedia immobile
possiede un soffio,
un mistero di vento,
la vuole sua.
Posso almeno sognare,
in silenzioso universo,
un gatto,
gioca,
il tovagliolo sceglie una vita,
delle chiocciole,
lente,
di un altro tempo,
scivolano sul loro orologio.
Ma sanno dei pochi giorni
del rosso dei papaveri
e dell'abisso oltre
il velo del sogno.
Franco Ingras.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA19737
  • Tecnica:Quei quadri, le sculture, i colori, la finestra
  • Stile:POETICO.
  • Supporto:LA VITA.
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Descrizione

E' il mio ultimo scritto, ma non sto per morire. Grazie.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Franco Ingras) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA19737
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:marzo 2008
  • Archiviata il:marted 26 maggio 2009