Difendiamo la natura

vetro e diversi altri materiali, marmo, 2005

Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA19865
  • Misure:30 cm
  • Tecnica:vetro e diversi altri materiali
  • Stile:figurativo
  • Supporto:marmo
Informazioni sulla vendita
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Descrizione

L'istallazione è piccola, alta solo 30 cm, ma il disperante significato mi lacera il cuore.
Nelle mie intenzioni era di rappresentare una estrema difesa deallanatura, siano nella scatola di vetro , fiori, delfini, balene,albera di cui facciamo scempio.Sezionando il mionormale vivere,
mi accorgo che anch'io, facilmente sono complice involontario di questa violenza.Mi consta in gioventù essermi nutrito di triglie e merluzzi dal
ventre pieno di migliaia di uova.
Vivo in una cittadina sulla costa, in Sicilia
di fronte all'Africa, l'arte non può esimersi
dal denunciare che tutt'ora si ributtano in mare quintali di piccoli pesci, per le maglie strette.
Che siano vivi o morti, i pesci, è l'ultima cosa.
Ecco perchè nell'istallazione, un muro e non due seppure vi sarebbero degli spiragli aperti.
Tecnicamente mi è facile reperire su un tratto di costa , migliaia di pietre di tipi e misure
molto diverse, che poi provvedo a sterilizzare con prodotti adatti ( ecco ilmio inquinare ) e acqua bollente.I fiori sono di facile fattura a centinaia, anche a casa. Una cromaticità coerente , un uso di colle specifiche, un tipo di opera
come molte strane istallazioni dei nostri tempi.
Soltanto che non è successo che volessi adeguarmi, è il mio attuale modo d'esprimermi.
E' per me fonte di tristezza, il solo fatto che quest'opera esista. Grazie.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Franco Ingras) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA19865
  • Tipo:Scultura / Installazione
  • Creata nel:settembre 2005
  • Archiviata il:venerd� 29 maggio 2009