La cultura

Il tempo, 2005

C(ç)ervantes,
i poeti orientali,
l'acquila con 30 teste, Tre tempi,
nel poema di Dante con nessuna risposta.
e nelle parole del Gange, Un Dio m'illude
L'uomo dell'Indo, della sacra fame
virtuoso col suo Dio, di una cultura non mia
il pugnale, il sangue, ma tra i miei passi,
il corpo di Cesare. l'illusorio tempo
Tanto mi sommerge, pone i versi d'altro
aumentando poeta,
la mia evidente ignoranza. i versi che non scriverò
Scrivo appoggiandomi il volto della mia donna,
alla stampella la carezza che
di un tempo non mio. non potrò mai più,
Quei limoni, le battaglie, lespade
quelle patate, del prossimo Omero.
contemporaneamente,
sono morte e vita. Franco Ingras .
Entrambi verso l'oblio,
i primi avvizziscono,
dalle seconde,
tenere piantine.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA20124
  • Tecnica:C(ç)ervantes, i poeti orientali, l'acquila con 3
  • Stile:versi liberi
  • Supporto:Il tempo
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Descrizione

Questo dilemma sulla cultura, il poco che scopro di avere più proseguo gli studi personali, i tre tempi,
(è opinabile se siano banalità o inpensabile mistero), sono nati dalla lettura un giorno
di alcune preziose pagine di Louis Borges.
Alcuni elementi infatti richiamano la sua
Cultura poichè, delle mie letture, mi rimane meno di quanto dovrebbe,
per vari motivi la mia memoria non è più giovane.
A proposito, in che anno siamo? F.I.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Franco Ingras) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA20124
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:marzo 2005
  • Archiviata il:marted 02 giugno 2009