Svegliarsi

Il tempo, 2005

Quando la statua mia di marmo
sarà nel regno dello Scultore,
dove vivono i senzatempo,
si sveglierà ape,
fiore, ramo,
forgiato ferro,
cavallo nella battaglia
tra gli orologi
dalle lancette immobili
e l'incessante Scrivano
che tutto disfà.
Durante una tregua,
la luminosa rugiada
rapirà
l'anima mia
nei mille mondi
delle sue semisferiche gocce.
Allora non saprò chi sono,
ancor meno chi ero.
L'altro suicida
appena dopo lo specchio,
l'io conservato dallo stesso,
segreta immagine
scomparsa alla vista,
lascerà il mio nome,
la cenere del fuoco
mia fragile antenata,
l'attimo che vissi,
i figli che il cielo
mi ha donato,
il tempo dei non nati,
i miei sacri gabbiani,
nel bianco rigo,
nel sogno
di leggendario guerriero,
in una notte di futuro poeta.
F.I.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA21135
  • Tecnica:Quando la statua mia di marmo sarà nel regno dell
  • Stile:versi liberi
  • Supporto:Il tempo
Informazioni sulla vendita
  • Disponibile: no
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Descrizione

Un figlio mi è stato rapito dall'alcool e
dalla notte della mia mente, durante il
giorno.
Soffrirò ancora quando il sole
ingloberà la terra. Grazie.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Franco Ingras) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA21135
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:aprile 2005
  • Archiviata il:domenica 05 luglio 2009