Il Crocifisso

Il tempo, 2004

In queste sere,
prima d'incontrare
i due complici del giorno,
la notte ed il sogno,
mi soffermo
diversi lunghi attimi
sulla foto di un quadro,
un uomo seminudo
sospeso come un crocifisso,
dietro di lui,
anch'essa sospesa,
una croce di cubi.
Sono i misteriosi
sacri regali
del genio non umano
di Dalì.
Un antico cristallo,
ora minerale,
ora cielo,
ora uomo,
ora colore
si è diluito
in quell'attimo
religioso, geometrico,
atemporale, doloroso,
dove i personaggi
di Samuel Besket
aspettano ancora
il loro Godot.
Pensiamo di poter
contenere quelle "dimensioni",
quale presunzione.
Il dipinto sfida l'eternità,
la fa sua,
l'immagina, la restituisce.
Sacre le mani,
sacri i pennelli,
senza confini la tela.
L'olandese Vermmeer
fornì
l'inconsapevole pavimento.
Ora questo sostiene
l'enorme stanza,
le sue nuvole,la luce,
i suoi prospettici quadrati,
i cubi,
il nostro misterioso
essere due, lo sguardo,
la sfida alla forza
che permea l'universo,
il sogno che non ha tempo,
lo specchio dietro il tramonto
dove un Dio contempla
il Figlio, Eva.
Posso sognare,prima del sonno
ma penso a quello che farò,
forse il vecchietto che gonfia
la ruota della mia bici,
forse il metallo che ho dato
per avere l'acqua minerale.
La ruota,il metallo,
l'acqua,anche se non eterne,
hanno lunghe,
lunghissime, sottilissime storie.
Incontro senza risposte,
tanti tempi e
l'impensabile materia.
F. I.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA21370
  • Tecnica:In queste sere, prima d'incontrare i due complic
  • Stile:versi liberi
  • Supporto:Il tempo
Descrizione

Se il nastro adesivo dura,
potrò ammirare ancora ildipinto poichè
dimentico sempre di comprarlo, il nastro.
Grazie per avermi letto.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Franco Ingras) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA21370
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:aprile 2004
  • Archiviata il:lunedì 13 luglio 2009