Mario Centonovanta, racconto

Misteri, 2007

Mario Centonovanta e la tecnologia.
(Forse il titolo non c'entra un ca. col racconto
ma qui si prosegue con coraggio).
Mario leggeva un altro giorno che era avvenuta per la fisica una perdita gravissima, le due menti più geniali del pianeta sulla suddetta materia si erano dovuti eclissare
in uno sperduto villaggio dell'Alaska, rendendosi introvabili. Le loro equazioni, w/gatto morto>/sparo>+/gatto vivo>/niente sparo e l'altra, 1/radice quadrata di 2(/gatto vivo>+/gatto morto>)differente da 1/radice quadrata di 2(/gatto vivo-/ gatto morto>), erano state risolte ma il gatto aveva fatto una brutta fine.
L'affezzionatissimo padrone dell'animale non l'aveva presa bene e armatosi fino ai denti non voleva sentire ragioni.
Quando si può morire per la scienza avendo un colpo di culo.
(Le equazioni sono vere, le trovate nei burr, ma per carità non correte in cucina. ) Ma quello che capitò ad un tizio che andava al lavoro fornito di un super-telefonino
collegato a mille sensori nel suo apparta mento e che gli segnalava al lavoro che delle schifose formiche(gli esseri più puliti sul nostro pianeta )erano penetrate nel pacchetto dello zucchero, quante erano, la specie , quanti granelli avevano trafugato, quante ne aveva catturato quel ragno nascosto dietro un mobile, il percorso esatto fatto dalle suddeste ladre, il tutto con le immagini da sopra, da sotto ,laterali, la temperatura al momento del fattaccio,quante erano le
formiche gay, il tutto al diciannovesimo piano, era a dir poco strabiliante.
Gli avevano ripulito l'appartamento fino all'ultimo oggetto , in piena mattinata col portiere armato al pianterreno. Ma non avevano portato via...... Fine settima parte. Franco Ingras
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA48430
  • Tecnica: Mario Centonovanta e la tecnologia.
  • Stile:Racconto
  • Supporto:Misteri
Informazioni sulla vendita
PROPOSTA D'ACQUISTO
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci la tua proposta in euro
Inserisci un messaggio
Descrizione

Dopo, grazie.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Franco Ingras) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA48430
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:luglio 2007
  • Archiviata il:luned� 07 febbraio 2011