Spazio-tempo. Dedicata a.............

Il tempo

Mazara del vallo 03-2011
Spazio-tempo.
Quali tonalitÓ di bianco,
di grigio violaceo,
di celeste sfumato,
sotto un pallido sole
questo pomeriggio.
Un gabbiano immobile,
approfittando del leggero vento
sembra eterno e senza peso.
Il verde,
i colori che tramontano,
il mare
con l'azzurro argenteo
rapito ai suoi abitanti,
il silenzio delle nuvole,
il loro lento cammino,
le pietre che ho raccolto,
al confine,
le sculture che giÓ contengono,
la leggenda del verde raggio
dall'ultimo giallo
della nostra stella.
La perfetta piuma tra i fogli del libro
che stavo leggendo.
Non Ŕ solo evoluzione
ma una lingua che vorrei conoscere.
Il pellegrinaggio
dei miei gabbiani,
ogni sera
lungo la costa
a rendere omaggio
all'ultima luce
del sogno di un giorno.
Le barche lontane
sul cielo dei pesci.
L'orizzonte perfetto,
confine illusorio
del mio interiore infinito.
Il pensiero dell'essere
in un cane a passeggio,
in una lumaca veggente
che sente la pioggia.
Una giovane coppia,
un bacio, l'amore
invisibile mistero
pi¨ della vita.
Ho visto Lei
il suo sorriso,
il mettere il cuore
nelle mani degli altri.
Dio m'inserisce
nei suoi splendidi quadri,
continui,
meravigliosi,
uno per ogni frazione
di un attimo,
a formare, per i miei occhi e la mente,
il mio spazio-tempo.
Grazie.
Franco Ingras
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA50894
  • Tecnica:Mazara del vallo 03-2011 Spazio-tempo. Quali ton
  • Stile:POETICO.
  • Supporto:Il tempo
Descrizione

Ero su una panchina del mio amato lungomare.
Franco I.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Franco Ingras) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA50894
  • Tipo:Poesia
  • Archiviata il:giovedì 31 marzo 2011