Una mattina

Misteri, 2011

Il sole si sporge
dal muro di un terrazzo.
Tra i balconi vuoti
della casa di fronte,
solo uno
è pieno di colorati gerani.
Una moto veloce
attraversa la strada,
apre l'ufficio postale,
questo giorno ha un nome,
un numero, un suo mese.
Un tronco d'albero
dai grandi rami tagliati,
piange le sue foglie,
forse per questo sentimento,
con le enormi radici,
ha divelto il marciapiede.
Fra poco mi daranno
una quantità di carta e metallo,
comoda e classista norma
tra gli uomini.
L'universo inizia
con infaticabile pazienza
un altro dì
con l'inconsistente, misteriosa luce,
con la sua gravità
che ha permesso ,
insieme al tempo,
ad antichissimi resti organici
di darci energia.
La moto è lontana.
Un attimo fa
un graffito in una antica caverna
è divenuto una scritta
che leggo e riconosco.
L'universo ammira
quelle menti raffinate
che in parte lo comprendono.
Tutto questo è soltanto
il sogno di ieri,
forse oggi si avvererà.Franco Ingrassia.
Informazioni tecniche
  • Codice Gigarte.com:GA53041
  • Tecnica:Il sole si sporge dal muro di un terrazzo. Tra i
  • Stile:POETICO.
  • Supporto:Misteri
Descrizione

In quest'universo, nulla è mai banale. Franco I.

Lascia un commento / scrivimi
Inserisci il tuo nome
Inserisci un indirizzo email corretto
Inserisci un messaggio
Pubblico (mostra in questa pagina) Privato (invia solo a Franco Ingras) Commento pubblico o privato


  • Codice:GA53041
  • Tipo:Poesia
  • Creata nel:aprile 2011
  • Archiviata il:sabato 21 maggio 2011